Nerd che amano le donne

E’ l’8 marzo e quindi per non essere banali parliamo di…donne!

Cosa sarebbe la vita di un nerd senza una donna a fianco? Ovviamente vorrei tralasciare tutte le menate scontate sull’amore e via dicendo.
Da un punto di vista nerd, potremmo dire che la donna funge da àncora di salvezza. Un nerd senza donna infatti rischia di cadere del tutto all’interno delle sue dimensioni parallele, di non riuscire più a capire se è in realtà un perdente (real life), un sopravvissuto su una nave spaziale mineraria piena di alieni fottuti, un cacciatore di draghi, etc.

Il rischio, per il nerd single (e ovviamente ce ne sono) è di spendere la propria vita in giro per fiere di fumetti vestito come Flash o Lanterna Verde, di passare interminabili sabati pomeriggio e domeniche alla Forgia Celeste martellando pugnali di ferro per aumentare le skill di forgiatura (e potersi finalmente costruire una corazza Daedrica), di passare serate intere guardando tutte le edizioni di Star Wars in compagnia di altri poveri disgraziati, e così via.

E poi, diciamolo, c’è molto più gusto nell’essere nerd quando, davanti a un videogioco, si può ancora dire, nonostante siano passati in qualche caso da un pezzo i trent’anni: “si arrivo, ancora l’ultima e poi basta“. Intendo di dirlo a un altro essere umano. Sappiamo benissimo infatti che “ancora l’ultima poi basta” ripetuto mentalmente a noi stessi in realtà significa “ok, ancora un paio d’ore e poi forse spengo tutto e vado a dormire…cazzo domani però sveglia alle 7e15..e vabè, fanculo la sveglia e il lavoro“.

Quanti di noi non hanno mai smadonnato peggio di Mosconi sentendo le classiche voci femminili stridule ripetere:

E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia. E’ pronto, apparecchia.”

Oppure:

Ancora con quella cazzo di pleistesciòn? Stasera no, eh. La TV serve a me, c’è la nuova fiction con Gabriel Garko e Manuela Arcuri!!!”

O ancora:

Va che faccia che hai, a che ora sei venuto a letto che non ti ho sentito? Eri davanti alla tele o hai giocato? Lo sai che non voglio che giochi, che poi ti agiti e non dormi bene e il giorno dopo al lavoro sei rincoglionito..”

Be’ sembrerà un paradosso, ma sono proprio queste rotture di coglio..scatole che, secondo me, fanno rimanere quella voglia di giocare che mi farà riaccendere al più presto (appena possibile) la console o il pc.
Dovessi sentirmi dire “Amore mio è pronto, ma aspettiamo che finisci il dungeon, dai, poi magari tra un’oretta scaldiamo tutto al microonde.” ci rimarrei male e mi passerebbe subito la voglia di giocare. Si perderebbe buona parte del gusto. Se i miei genitori mi avessero sgridato da piccolo quando mi vedevano studiare, obbligandomi a giocare, a questo punto starei scrivendo di teoria delle stringhe su un blog di astrofisica.

Il rapporto amoroso tra un nerd e una donna non nerd è quindi, per forza di cose, conflittuale. Un po’ come il rapporto tra un calcioefiga e una donna non appassionata di sport.
Anche se c’è da dire che il nerd è sicuramente più divertente e meno macchinoso nella sua follìa. Di nerdate un nerd ne ha tantissime (cinema, fumetti, videogiochi, etc) a volte oggettivamente divertenti e coinvolgenti anche per i non nerd; non si accontenta mica di guardare per 1 ora e mezza un rettangolo d’erba con 22 stronzi che si rincorrono in mutande.

Ma, come ci insegna anche la saggezza popolare, a volte il conflitto aggiunge quel qualcosa in più in una storia (l’amore non è bello se non è..etc).
Viene però da chiedersi cosa succederebbe se un nerd incontrasse una donna nerd. Forse sarebbe l’apoteosi, o forse no. Forse sarebbe l’inizio della fine: si andrebbe a vedere se ci sono tipe/amici in squadra nei deathmatch a Call of Duty, se si fa i marpioni/le oche in giro per i livelli di LittleBigPlanet, ci si controllerebbe a vicenda anche su WorldOfWarcraft, etc. Insomma verrebbero fuori episodi di gelosia agghiaccianti, e non solo di gelosia..già immaginiamo i “Ti sei ricordato di lavare le armature?” oppure “Sai che per la festa della Città Incantata mi piacerebbe proprio tanto mettere quella pelliccia di Drago Orrido che avevi promesso di farmi?” o ancora “GiUsy_88 ci chiede se vogliamo andare con lei e il suo ragazzo virtuale alla Taverna del Viandante Perduto giù in piazza…non usciamo mai, non vediamo mai nessuno, per una volta che ti chiedo di andare a fare qualcosa, non puoi farmi contenta?!?!?!?!?” .

Insomma si porterebbe un po’ di pallosissima e stressante real life anche dove di vita reale ce ne dovrebbe essere ben poca.

Comunque fantasie a parte dubito esistano realmente donne nerd, quindi questa è mera speculazione filosofica.

Certamente c’è chi non ha mai superato o elaborato il conflitto nerd Vs donne in maniera positiva. E’ un supereroe trash che spopolava in rete tempo fa. Ha il tipico aspetto fisico del nerd, anche se all’interno della sua testa probabilmente non c’è nulla, o forse c’è la sfuggente Materia Oscura, proprio quella che cercano gli scienziati del CERN.
Vorrei lasciare alle donne i suoi auguri, precisando che noi condividiamo quello che dice solo fino al secondo 00:09 (si, ho scritto secondo), ovvero solo fino al “Auguri donne, auguri auguri auguri”.

Tutto il resto del filmato serve solo per farsi 4 risate ed è da conservare tra i preferiti e da rivedere se qualche volta ci sentiamo particolarmente giù di morale. E’ sempre consolante infatti sapere che c’è qualcuno che sta peggio e soprattutto sapere, nonostante tutti i guai che ci attanagliano, di essere perlomeno nati con un cervello funzionante, al contrario del cretino nel video.

Scritto da: Capitan Catarro

"Mi stai facendo piangere e ti assicuro che non ti piacerà vedermi piangere!"

Questo articolo è stato pubblicato in Storie di vita da Nerd, Varie e contrassegnato come , , da Capitan Catarro . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Capitan Catarro

Ha improntato la sua vita sui principi fondamentali che muovevano le azioni di Capitan Harlock, anche se parla e si comporta con la stessa ingenua incoscienza di Guybrush Treepwood. Ha scoperto l'esistenza dei salvataggi nei videogiochi solo in età adulta, causando, di conseguenza, una moria di Amiga 500, causa surriscaldamento, in quanto cercava di finire i giochi in un'unica sessione, lunga settimane intere. Ora, in età adulta, sogna ancora di salire sull'Arcadia e vivere accanto a Capitan Harlock. Fino a quando succederà i suoi arrembaggi sono solo verbali e intanto tenta di salvare il mondo e riportare la giustizia da Nerds' Revenge.

6 pensieri su “Nerd che amano le donne

  1. Come Simone, anch'io non conosco nessuna donna che abbia mai sposato un barbone. Invece matrimoni fra donne clochard e impiegati assicurativi sono all'ordine del giorno. Capita spesso di vedere cerimonie con donne in abiti da sposa stracciati che trascinano un carrello pieno di cianfrusaglie fuori dalla chiesa.

    • Anche se non condivido quello che dice, a me piace il modo in cui il coglione nel video sostiene le sue tesi strampalate.
      Il solo fatto di dire "siete delle mmmerde, senza offesa eh, ma siete delle merde!" dimostra quanto ci crede: a quanto dice è rimasto addirittura single per scelta, per coerenza. Immagino quante phighe abbia dovuto respingere con un pungolo elettrificato da bestiame

  2. Storie di vita vissuta: La mia ragazza che mi CHIEDEVA, si proprio mi chiedeva di giocare a final fantasy perchè le piaceva la storia! Tra le nerdate varie siamo fortunati che adesso le chat sono diffusissime e “instant”, cito mio cugino: “Quante sere buie passate a chattare con gente sconosciuta alla velocità di qualche kB” fortuna che hanno inventato la banda larga! Sono d’accordo con quel “l’ultimo poi arrivo” rischiando di trovarsi poi la padella ustionante che ci deturpa il viso se non è davvero l’ultimo! Da quel senso di brivido e pericolo che ogni buon nerd vuole assaporare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.