Fantomatica Super-ragazza bella coi denti storti: realtà o leggenda?

Ebbene sì, la censura si è abbattuta in questi giorni anche su Nerdsrevenge.
In realtà, più che una vera e propria censura, sono state pesanti critiche e forti pressioni psicologiche, ma che hanno avuto di fatto lo stesso risultato: una serie di denigrazioni perpetrate contro i miei heroes wannabe mi hanno fatto precipitare in uno stato depressivo e costretto a lavorare tra mille difficoltà.
In pratica tutto è iniziato qualche giorno fa: dopo aver pubblicato i loro heroes, MrChreddy e Cap hanno iniziato a ridere di me dicendo cose del tipo, “ahhh chissà che personaggi noiosi tirerà fuori Lord…” e hanno iniziato a snocciolare nomi di tutto rispetto (che sarebbero meritatamente entrati nella top 5): mi sono quindi trovato costretto ad escludere pezzi da novanta: personaggi del calibro di Folco Quilici, Pico della Mirandola, Piero e Alberto Angela e Paco Lanciano… (per essere un eroe-scienziato-filosofo non puoi avere un nome banale…se nasci ad esempio Paolo Rossi puoi aspirare a diventare al massimo comico o calciatore. Al contrario è impossibile trovare personaggi sportivi con nomi rinascimentali…impensabile ad esempio un calciatore con la scritta Licòfrone Pertinàce di Cesarea stampato sulla schiena).

Paco Lanciano e Piero Angela

Paco Lanciano e Piero Angela

Ho quindi rivisto la mia lista originale e mi sono concentrato sui miei eroi più in linea con i precedenti post.
Un altro motivo della mia latitanza è stata la pressione mediatica: ho avuto un attacco di panico da pubblico dopo aver visto il mostruoso successo dei precedenti (l’ultima classifica di MrChreddy ha avuto 53 condivisioni su fb)…tanto che in controtendenza con le credenze diffuse e le statistiche ufficiali, sembrerebbe che gli anni ’80 tirino davvero più della figa di tutto.
Per non sbagliare quindi mi sono concentrato sugi eroi degli anni ottanta. Tra i personaggi di quell’epoca speravo di trovare anche la tanto agognata “Star coi denti storti“, (o “ragazza bella coi denti storti“) , al fine di assegnarle la menzione speciale “Premio del pubblico” (per chi non lo sapesse, abbiamo notato che ci sono centinaia di persone che la cercano in rete e poi si ritrovano per qualche misterioso motivo su questo blog).
Comunque non l’ho trovata. In attesa di una vostra segnalazione che chiarisca definitivamente chi sia questa donna grottesca, vi presento la mia, sudatissima, top 5:

MAGNUM P.I.

Magnum P.I.

Come si fa a non invidiare  il buon Magnum, l’amatissimo investigatore (quasi) sempre al servizio di strafighe ninfomani giovani donne in difficoltà?
Ho sempre sognato di trovarmi nei suoi panni, e con questo intendo nei suoi panni anche in senso letterale: infatti, non è solo il fatto che lavora se e quando c’ha voglia, che vive alle Hawaii, che guida una Ferrari 308 GTS, ma sopratutto il fatto di potersi permettere di andare tranquillamente in giro vestito come un pazzo: calzoncini mostruosamente corti, tipo quelli che si mettono d’estate ai bambini neonati, camicia hawaiana, Espadrillas e baffi giganti. Il mio sogno, dovessi vincere un fantastiliardo di dollari alla lotteria, sarebbe quello di presentarmi al lavoro per l’ulltima volta vestito come lui (per poi trasferirmi definitivamente alle Hawaii).

MEGALOMAN

Megaloman

Megaloman

Capitan Delitto

Megaloman è bellissimo: sono talmente affezionato a questo personaggio che ho sposato una donna pettinata come lui. L’omonimo telefilm narra le avventure di Takashi, un giovane extracomunitario (nel senso che viene addirittura da un altro pianeta) fidanzato con Ran, una graziosa ragazza coi denti un po’ stortini (!!), figlia del suo maestro di arti marziali. Abita in un distretto giapponese pieno di cave e dove spesso le abitazioni viste dall’alto sembrano dei modellini di cartapesta: è lui che si trasforma nel bellissimo Megaloman, per combattere contro orribili mostri giganteschi comandati da Capitan Delitto, (che non mi risulta imparentato col nostro beneamato Capitan Catarro) che evidentemente non ha seguito alcun corso per diventare cattivo, visto che lui e i suoi indossano degli scomodissimi elmetti modello vergine di norimberga

JIGEN

Jigen

Jigen forse è il personaggio più sobrio della storia, e anche il fumatore più accanito, probabilmente. Di poche parole e cazzuto come pochi; la sua mira è infallibile: con il suo revolver S&W M19 Combat Magnum non sbaglia un colpo.
Non sembra vestito da Enzo Miccio come Lupin: porta immancabilmente una cravatta da lutto e il completo scuro elegantissimo. Ma sopratutto è inseparabile dal cappello che gli nasconde gli occhi e gli da quell’aria da figo; c’è chi dice che lo usi per prendere meglio la mira, chi attribuisce a quel cappello le proprietà anticancro indispensabili per vivere con la sigaretta perennemente in bocca. Diversamente dal suo socio non è un servo della gleba: non si è mai vista donna che sia in qualche modo riuscita a infinocchiarlo, tanto meno Fujiko…

HAN SOLO VERS. 1.0

Han Solo

Forse molti di voi sanno che Tom Selleck ha rinunciato al ruolo di Indiana Jones, per girare la sopracitata serie; quello che però molti non sanno è che abbiamo rischiato di avere Silvester Stallone al posto di Harrsion Ford nel ruolo di Han Solo! Mi chiedo come sarebbe stato il mondo in quel caso. Sicuramente non ne avremmo parlato adesso…piuttosto che Il Cobra versione spaziale avrei preferito allora Bud Spencer, con Terence Hill al posto di Chewbecca…almeno le truppe imperiali sarebbero sembrate fatte apposta per prendere le loro botte da orbi.
Comunque dopo questi simpaticissimi trivia devo dare ragione a Cap quando dice che è uno dei personaggi più riusciti della storia del cinema; e poi chi non vorrebbe essere un contrabbandiere spaziale alla guida di un’astronave armata di cannoni Corelliani a zonzo tra le galassie? Beh, io si….(per inciso con Han Solo versione 1.0 intendo la versione dove ‘spara lui per primo’, non la sua versione buonista rieditata da quel disgraziato di Lucas).

FRANKENSTEIN JUNIOR

Frankenstein Jr.

Uno dei più grandi scienziati pazzi della storia, mente illuminata e uomo affascinante che grazie al suo incredbile savoir faire è in grado di far cadere tutte le donne ai suoi piedi. Sopratutto invidio le sue incredibili doti di medico sapiente, la sua capacità di ridare la vita ad un corpo esanime e le ulteriori, infinite possibilità che la chirurgia Frankensteiniana apre. Non so se avete presente l’epilogo del film, comunque lui è in grado ad esempio di donare parte del proprio organo più importante, il cervello, ai più bisognosi di intelligenza, che so, ad esempio a Rocco Siffredi tanto per dirne uno, e poi di prendersi comunque qualcosa in cambio, tanto per gradire…

Scritto da: Lord Casco

"Soffro la solitudine dei Numeri Pirla"