L’anno scorso, verso fine agosto, ho scritto un post per ricordare e sdrammatizzare le perdite della prima parte dell’anno, tante in poco tempo.

È ora di concludere quel post, con gli ultimi 4 mesi del 2012.

Anche questa volta metto le mani avanti, sarò ironico, è il mio modo di omaggiare chi mi ha fato divertire, pensare o appassionarmi a qualcosa, quindi non rompete le scatole.

Il 25 agosto muore Neil Armstrong per sopraggiunti limite di età, aveva ben 92 anni. È stato il primo uomo a camminare sulla Luna.
C’è chi dice che sia tutta una bufala, una montatura della NASA, del governo degli Stati Uniti e bla… bla… bla… sinceramente a me non frega niente. Per me è vero, ci è arrivato e ha fatto sognare milioni di persone con quella camminata. Voglio crederci.

3 settembre muore Michael Clarke Duncan in seguito ad un attacco di cuore subito il 13 luglio dal quale non si era più ripreso.
Ha interpretato Kingpin nel pessimo “Daredevil” e ha avuto una particina anche in “Sin City“, ma Il ruolo che l’ha reso celebre è stato quello del gigante nero John Coffey ne “Il Miglio Verde“.
Aveva solo 54 anni.

L’8 settembre si spegne a 87 anni Enrico Bagnoli. Storico disegnatore di “Martin Mystère“, con il nick Henry, ha dedicato la sua vita al fumetto e oltre che disegnatore è stato anche curatore di numerose testate, tra cui Superman e Batman.

10 settembre passa a miglior vita William Lance LeGault. Il nome probabilmente non dice niente, ma il viso è riconoscibilissimo, avendo partecipato a praticamente tutti i telefilm che venivano trasmessi in Italia negli anni ’80: “A-Team“, “L’Incredibile Hulk“, “Magnum P.I.“, “T.J. Hooker“, “Mac Gyver“, insomma in un modo o nell’altro l’abbiamo visto da qualche parte almeno una volta.
In genere faceva il cattivo, per cui stava anche antipatico.

Il 26 settembre Jonathan Kendrick “Johnny” Lewis muore in una brutta storia di omicidio suicidio a Hollywood. Aveva 30 anni e un sacco di partecipazioni a serie Tv di un certo successo: “Settimo Cielo“, “The O.C.“, “Smallville“, “C.S.I. Scena Del Crimine“, “Malcom“, “Criminal Minds“, “Sons Of Anarchy” e a film di un certo spessore come “Alien Vs Predator 2“.
Il suo successo più grande, però, è stato quello di essere stato insieme a quella gnocca di Katy Perry per circa 2 anni.

Dopo un paio di mesi di relativa calma, il 9 dicembre, ci lascia Riccardo Schicchi, a cui molti giovani devono ore e ore di piacere, divertimento e il passaggio all’età puberale.
Il Re del Porno Italiano si è spento a causa del diabete mellito di cui soffriva.

il 24 dicembre, uno dei volti più noti del cinema americano, Charles Durning, si è spento dopo 40 anni di onorata carriera. È impossibile non averlo visto almeno una volta, a meno che non abbiate mai visto un film in vita vostra. Ha lavorato con i maggiori registi di Hollywood, ha fatto sia il buono che il cattivo, è stato un caratterista molto versatile, la sua filmografia è troppo vasta per riportarla qui.

Il 26 dicembre Gerry Anderson si è spento a 83 anni. Se il suo nome non vi dice niente probabilmente non siete veri Nerd.
È stato uno sceneggiatore, regista, autore di seri Tv e attore inglese. Ha creato “I Thunderbirds“, “Spazio 1999” e “UFO“… ve l’ho detto, se non lo conoscete non siete dei veri Nerd.

Il 28 dicembre Sony dismette definitivamente la produzione di Playstation 2 dopo 12 anni.
La PS2 è stata la console più venduta nella storia e la più longeva, ha raggiunto le 140 milioni di unità vendute in tutto il mondo, e in Medio Oriente e in Sud America è tutt’ora venduta.
Ha contribuito alla diffusioone del DvD e a far felici un sacco di persone, alcuni dei maggiori capolavori videoludici “moderni” sono stati creati per questa console.

Il 30 dicembre passa a miglior vita Rita Levi-Montalcini all’età di 103 anni.
Rita Levi-Montalcini la conoscono tutti, può piacere, stare antipatica o simpatica. A me però ha dato da pensare, una donna nata nel 1909, in un ambiente non di certo femminista, ha dovuto lottare contro la famiglia e la società per studiare e arrivare dove è arrivata.
Al di là dei propri gusti o idee, una donna del genere dovrebbe essere d’ispirazione per tutti.
Per me lo è.

Così si chiude un 2012 triste e plumbeo, puntellato di scomparse improvvise e inattese.
Speriamo che il 2013 sia più solare e divertente e di non trovarmi con un altro post triste da scrivere per ricordare persone che hanno allietato la nostra vita e non ci sono più.

 

Post precedenti:

2012: La Morte Puttana – Parte 1

 

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"