idiot-nerd-girl-copy

L’articolo di oggi rientra a pieno diritto nella categoria “Le grandi tragedie dell’umanità” per un semplice motivo: tratta di soggetti potenzialmente letali, se ci avete a che fare.

Sto parlando nientemeno che dei Marvelmichia e DCminchia, perlopiù (ahimè) bambinette convinte di detenere la somma conoscenza dei lavori della Marvel e della DC solo per aver visto al cinema The Avengers o i Batman di Nolan.

Ora, mettiamo le cose in chiaro: ci sono le persone che hanno visto i film  e poi hanno iniziato anche a leggere i fumetti, appassionandosi. Questa è cosa buona e giusta.

Ci sono quelli che hanno visto i film esclusivamente perché sbavano dietro al figo di turno (e magari il povero cristo fa pure una buona interpretazione che viene sfanculata perché è appunto figo), e pretendono di fare i saccenti con chi magari ne sa un po’ di più.

Questo fa parte dei fandom degenerati. Diciamo che siamo al livello delle Directioners, dei Twilighters e delle Krisbine (l’ultimo, per chi non lo sapesse, è il fandom malato della KristenBellaStewart), quindi ad elevati disagi mentali.

Il Marvelminchia è quello che crede che Deadpool abbia la bocca cucita, spari laser dagli occhi e abbia le katane che escono dalle mani. Insomma, un ibrido tra Ciclope, Wolverine e Reynolds.

Il Marvelminchia è quello che nemmeno immagina quando bastardo ed infido sia in realtà il Loki dei fumetti, perché venera la versione cinematografica (non fraintendetemi, adoro Tom Hiddleston e secondo me ci ha messo veramente l’anima per interpretare Loki) e, se vengono messi davanti ad un fumetto, magari il ciclo di Blood Brothers disegnato da Ribic, storcono il naso perché: “Ma lì è brutto!
Farei diventare brutti anche voi, ma a suon di padellate in faccia. Eretici.

Loki di Esad Ribic

Loki di Esad Ribic non è contento dell’opinione che i Marvelminchia hanno su di lui

I DCminchia sono spesso assimilati ai Nolanfags, non del tutto a torto: per la maggior parte, venerano la trilogia di Nolan definendola “il meglio del meglio del meglio” e ritengono di essere i più grandi fan di Nolan del mondo.
Sono gli stessi che se pronunci “Inception” o “Memento” ti guardano come il porcospino davanti ai fari del tir, comunque.

I DCminchia sono quelli che manco sanno chi sia Adam West e che tra poco manco sanno dell’esistenza di quelli di Burton e Shumacher, con annesso autogol di quest’ultimo con Batman & Robin. Non avranno mai l’ebbrezza di gustarsi le colonne sonore di quelli un po’ goticheggianti di Burton, né quella di inorridire di fronte ai capezzoli sagomati di un George Clooney, infilato in una tuta di latex troppo stretta, e che, al massimo, potresti indossare in un night club, ma forse no, la troverebbero kitsch pure lì.

Batman - Adam West

“Ma qst nn è Batman!!1!1!!!!1!”
Tipica argomentazione di utente medio avente come nickname “Bruce Wayne”

Perciò state attenti, Revengers. Tenete alta la bandiera del vero Marvel e DC fan, perché qui è un attimo finire sputtanati per colpa di pochi stolti.
Il Marvel&DCminchia può essere chiunque. Il vostro compagno di banco, il vostro vicino, il vostro migliore amico. CHIUNQUE. Non abbassate mai la guardia, scrutate sempre a fondo e, ai primi segnali (traducibili in “a me ‘X-Men le origini: Wolverine’ è piaciuto da matti” oppure “I Batman di Nolan sono fedelissimi al fumetto”) tirate fuori il vostro santino con Mark Sheppard ed esorcizzatelo. Anche il fu Marvel&DCminchia vi ringrazierà, fidatevi.

Porta giustizia, Mark

Porta giustizia, Mark

 

 

Trillian Astra

Scritto da: Trillian Astra

Era una ragazza strana. Alla voce "hobby" c'era scritto "autopsie".