Buon compleanno MrChreddy

Buon compleanno MrChreddy

Ebbene sì, oggi è il mio compleanno.

Io, da buon narcisista quale sono, potevo non dirvelo?

Il compleanno l’ho sempre considerato un giorno speciale. È la tua festa, solo tua.
A differenza di tutte le feste comandate, come Natale e Pasqua, in cui tutti festeggiano si scambiano regali e si fanno gli auguri, al compleanno l’unico festeggiato sei tu. Solo tu sei al centro dell’attenzione, tu ricevi i regali e gli auguri. Insomma è un giorno importante.
Io al mio compleanno, proprio perché è il mio giorno, non sono mai andato a scuola, ho sempre preso ferie al lavoro, insomma, mi sono sempre festeggiato anche da solo.

Gli psicologi ci si sparerebbero le pippe a cinque mani con quello che ho appena detto. Contenti loro.

Però quest’anno non ho tanta voglia di festeggiare, non è stato un gran bell’anno per me. Chi segue il blog sa anche perché, non mi va di ripeterlo.

Quest’anno ho approfittato per tirare un pochino le somme di quello che è successo, di dove sono e di dove vorrei andare, che in genere è diverso dal posto in cui mi mandano.
Non ho trovato molte risposte, ma l’importante ho capito che è farsi le domande così da cominciare a cercarle le risposte. Rompere un po’ quella quiete interiore che ci costruiamo per non andare a ravanare in quelle zone torbide da cui non sai mai cosa salta fuori.

Beh, di mostri ce ne sono, sempre, ma quando te li trovi davanti fanno un po’ meno paura e sono un po’ meno mostruosi di quanto pensavi che fossero solo vedendo l’ombra. Spesso sono giochi di luce, sono mostri minuscoli e li puoi schiacciare tra le dita, altre volte sono mostri un po’ più grossi e non li puoi schiacciare, ma li puoi combattere.
Poi, vabbè, ci sono anche quelli che hanno mostri enormi e lì non c’è niente da fare, ci vuole uno davvero bravo che dia una mano a tirarli giù con l’artiglieria pesante.
Per fortuna non è il mio caso.

Il mio caso è arrivare alla consapevolezza, per ora, che, come nella Boxe, è inevitabile che ti arrivino delle botte, più o meno forti, ed è altrettanto inevitabile che le botte le dai pure tu, più o meno forti.
L’importante non è schivare le botte che ti arrivano, ma saperle incassare ed essere pronto a rispondere.
Le botte si danno e si prendono, bisogna sempre cercare di mantenere il rapporto pari. Se si esagera da una parte o dall’altra, alla fine, o si è troppo figli di puttana, oppure si è troppo coglioni.
In entrambi i casi non bisogna mai fidarsi di chi dice di non aver mai preso botte e di averle solo date, oppure di chi dice di prenderle sempre e non darle mai.

Io ora son sotto di qualche botta, devo recuperare ai punti, ma non punto a vincere, solo a fare bella figura.
Insomma, gli obiettivi si raggiungono a step spostando il traguardo sempre un po’ più avanti, mano a mano che ci si avvicina… almeno fino a che non si comincia a insultarsi da soli per ‘sto giochetto, in quel caso ci si deve rilassare un attimo, perché arrivare ad odiare l’unica persona con cui sei costretto a vivere, te stesso, non è mai piacevole, non c’è divorzio che tenga.

Poi tutto il resto arriva, con calma e con pazienza, arriva.

Il problema, forse, è riuscire a mantenere la calma ed avere pazienza, cose in cui non sono mai stato bravo. Sono di sicuro cintura nera in testardaggine e caparbietà, ma la pazienza l’ho messa nella lista delle qualità che vorrei nella prossima vita.

Prossima vita che, visto che sono paziente, vorrei fosse già cominciata e questo fosse il primo compleanno di quella nuova vita… anche perché se aspetta di morire e reincarnarmi, va a finire che nella prossima vita sono un lombrico.
Quello che mi auguro davvero è che fra un anno sarò qui a scrivere un post divertentissimo ed esilarante sul mio compleanno… sempre se sarò ancora vivo e il blog ancora aperto. Vi ho mai detto del mio innato pessimismo?

Scherzi a parte, scusate il delirio e scusate la noia.
Non chiedetemi gli anni perché alle donne e ai blogger narcisisti e permalosi non si chiede l’età.

Non state lì nemmeno a farmi gli auguri… ma i regali sì, cazzo, quelli li voglio!

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"

Questo articolo è stato pubblicato in Storie di vita da Nerd e contrassegnato come , , , , , da MrChreddy . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su MrChreddy

Nato da da padre Vic 20 e madre Amiga 500, è cresciuto negli anni '80 allevato da videogiochi, fumetti e film. La sua mente vaga ancora in quell'universo parallelo, mentre il suo corpo si muove in questo rimpiangendo di aver perso tutti i suoi giocattoli di quando era piccolo. Li avesse ancora, ora sarebbe milionario. Precisino della minkia fino al midollo, non è mai soddisfatto di quello che vede, legge, gioca e trova sempre qualcosa che non va o che si sarebbe potuto fare meglio in tutto quello che gli capita tra le mani. Ha la lingua più veloce del cervello, prima parla poi pensa a quello che dice. Anche ore o giorni dopo. Per fortuna le sue idee e paranoie trovano sfogo su questo blog e non sulle macchine di quelli che hanno rovinato i suoi miti d'infanzia. Spielberg e Lucas tirano un grosso sospiro di sollievo e ringraziano per la nascita di Nerds' Revenge, che non hanno voglia di cambiare macchina ogni settimana.

41 pensieri su “Buon compleanno MrChreddy

    • Grazie mille Sonny.

      Me l’ha detto anche SisterDeath stamattina, ma giuro che non mi ricordavo quel discorso in Rocky 6, l’ho visto solo al cinema quando è uscito… in realtà non mi ricordavo che nel film avesse pure un figlio :P

      Comunque sembrava strano anche a me che potessi elaborare una roba del genere tutto da solo :D

      • ahahahahah grazie per l’attestato di stima ;)

        Ma dicci, hai un film rituale per il tuo compleanno? Uno di quelli che rivedi una sola volta l’anno, proprio in quel giorno

  1. “In entrambi i casi non bisogna mai fidarsi di chi dice di non aver mai preso botte e di averle solo date, oppure di chi dice di prenderle sempre e non darle mai.”

    Ma no dai….di me sai che ti puoi sempre fidare….per tutta la vita e oltre ….chissà prima o poi comincerò a darle pure io…non a te ovviamente…che sei l’unica nota divertente di queste giornate noiose e senza perché…senza di te e senza Nerds’ Revenge…credo che saremmo tutti persi…quindi BUON COMPLEANNO MRCHREDDY (ah già gli auguri non li volevi) allora ti auguro SOLO che tutto quello che desideri si avveri..nn solo oggi eh…e i regali?!… ci facci sapere…si può sempre fare una lista dei desideri… :-))

    • Grazie mille Cris, oh, ma vedi di cominciare a darle pure tu un po’ di botte, però :D

      Io spero non si avveri tutto quello che desidero, altrimenti la razza umana si estingue :P

  2. Allora è un dato di fatto!! I migliori sono i nati sotto il segno della bilancia, non c’è niente da fare. Beh, Auguri!
    In ogni caso la consapevolezza (che da quel che ho capito vai cercando) il più delle volte la si trova proprio lì, sotto il culo, dove è sempre stata. Bisogna solo saperla vedere, senza troppi ragionamenti laterali o ricerche di se stessi in India.
    Potrei dilungarmi per ore, l’argomento mi piace/affascina e sapere di gente that’s feeling blue scatena il guru che c’è in me, ed ecco, come regalo di compleanno ti offro di farlo tacere…;)

    • Anche tu sei della bilancia?

      Ottimo, siamo te, io e il nostro beneamato ex-premier Silvietto… una squadra fortissimi!

      Lo so, le risposte sono sotto il culo, il problema è alzarsi e trovarle, che finché si sta seduti sempre lì rimangono… a meno che uno non abbia la faccia di culo e quindi riesca a vedere sempre dove è seduto :D

      Grazie del regalo :D

  3. e pensa che quando ero boccia io, andare a scuola il proprio giorno era considerato un “privilegio” potevi portare torta e pasticcini.. far bella figura con la maestra.. e da piccolo l’ho vissuto sempre come un trauma.. nato a luglio.. avrei potuto portare la torta a scuola ma avrei trovato solo il bidello.. magra consolazione.. poi col senno di poi capii che erano solo torte risparmiate e che non influivano sul rendimento scolastico..

    cacchio.. altro che libro cuore!!! muahahahah

    ancora tanti auguri!

    • Grazie Eclissi… io le torte a scuola le portavo uno o due giorni prima, poi stavo a casa il giorno del compleanno e poi facevo pure la festa con gli amichetti… insomma il mio compleanno da piccolo era più un rave party di una settimana XD

      Comunque grazie mille

    • Ahahahahah, Bruce, grande!

      A vedere l’anteprima pensavo fosse la parte dove dice: “I tuoi genitori hanno anche figli normali?!” XD

      Beh, grazie, non sono Gesù e oggi non è Natale, ma dammi tempo e sistemo pure questo misunderstanding storico :D

  4. Beh, tanti auguri vecchio mio

    (troppo bello dire “vecchio mio”, vero? Mi immagino proprio le poltrone, il camino, il brandy e la pelle di leone in mezzo).

    Io non festeggio quasi mai il mio compleanno.
    Mi viene solo lo sgomento perché da quel giorno, se qualcuno mi chiederà l’età, dovrò aggiungere un’unità

    (e tu saresti il pessimista… dilettante!).

    In genere mi sovviene un po’ il mio passato,

    quando ero piccolo
    e il compleanno era un giorno meraviglioso,

    quando ero adolescente e aspettavi che magari la tipa
    di cui eri infatuato ti telefonasse
    perché magari se l’era ricordato

    e ogni anno era uno in meno nella corsa verso i 18
    e la patente.

    Guardi la tua vita,
    ecco, sì, la guardi
    e ti ricordi tuo padre e tua madre giovani
    e il loro regalo

    e sai che sì, daresti un rene per poter rivivere una volta quei compleanni
    semplici, bastavano uno, due amici e una torta.

    Oggi invece è il giorno della prova del nove.
    Vedi quanta gente se lo ricorda,
    quanta gente ti pensa

    motivo per cui detesto facebook,
    e per cui ne sono orgogliosamente e fieramente fuori:

    la gente ti fa gli auguri
    perché quel coso te lo ricorda.

    Invece è bello come una volta,
    un messaggio, una telefonata

    per carità, non me la sono mai presa se qualcuno se lo dimenticava
    (anche perché io sono il primo)

    però quando arrivi alla sera
    e vedi che il tuo cellulare s’è scaricato in un giorno

    vuol dire che sì, dai,
    qualcosa in questi anni

    lo hai seminato.

    Buon compleanno Mister.

    • Lungi da me volerti coinvolgere in Faccialibro, ma è uno strumento e come tale non è nè bene e nè male, dipende dal punto di vista da cui lo guardi.
      Se non ci metti la data di nascita, nessuno la vedrà da lì e non sarà ricordata a nessuno. So che non è per questo che ti iscrivi, ma volevo immischiarmi nei tuoi affari! ^^

      • Anadol
        quello che dici è vero, feis è uno strumento

        (occhio, però, perché anche una pistola lo è,
        e proprio non ci riesco a vedere un utilizzo positivo,
        ma mi rendo conto che è

        un paragone uno zinzinello esagerato)

        però siamo sempre là:

        il punto non è se io ho messo o no la mia data di nascita.
        Il punto è la spersonalizzazione.

        E’ un po’ il discorso che facevo qualche giorno fa:

        un tempo c’era il gusto di chiacchierare, di sfottersi, di cazzeggiare

        ora, invece, posta la tua cazzat…importante considerazione sulla tua pagina di fb
        così io e tutti i tuoi amici che non conosco potremo mettere “mi piace”

        (amici, poi, è tutto da vedere:

        mi raccontano di gente che ha 7000 amici
        di cui 6995 non lo salutano per strada).

        E avanti così, tutti chiusi nei loro loculi, da cui non escono se non per validi e giustificati motivi

        (motivi studio, lavoro, salute

        e, eventualmente, aperitivo/happy hour
        che assomiglia sempre più ad un rifornimento carburante che ad un momento d’aggregazione).

        Il compleanno, stessa roba.
        Che te lo segnali fb
        o te lo ricordi da solo

        il compleanno diventa uno sterile autodafè di

        auguri – punti esclamativi – faccina
        auguri – punti esclamativi – cuoricino
        auguri – tre puntini – faccina faccina faccina.

        Mentre io,
        che sono un vecchio trombone,

        preferivo quando il compleanno era un momento per risentire un vecchio amico

        e non una gara a cielo aperto a chi trova la frase più originale.

        Che vuoi farci,
        sono pur sempre uno del millennio scorso.

        • Rispetto la tua idea e la tua posizione, vorrei solo farti vedere un punto di vista differente:
          io sono spesso e per lunghi periodi lontano da amici per motivi di famiglia e Faccialibro mi aiuta a mantenere i contatti ovunque io sia. Inoltre posso condividere le mie esperienze tramite foto e restare coinvolto nelle vite degli altri allo stesso modo.
          E’ uno strumento, come si diceva, quindi lo si può usare anche così… certo, quando sono nello stesso paese dei miei amici, ci vediamo di persona e ci telefoniamo per gli auguri, il fatto di avere Faccialibro non implica che tu ti debba spersonalizzare, anzi… io ho ripreso contatti con tante persone che per motivi più disparati avevo perso mio malgrado ed ora che abbiamo riallaciato rapporti e ci vediamo di persona.
          Insomma, secondo me basarsi solo su Faccialibro non è giusto, ma non è nemmeno giusto demonizzarlo a prescindere perchè alcuni lo usano male… tutto dipende dall’uso che ne fai appunto.

          Con questo non ti sto dicendo di iscriverti, fai come vuoi e come ti senti, io rispetto (ripeto) questa tua scelta, ma ti prego di non giudicare Faccialibro solo per quello che si sente dire in giro, non è poi tutta questa porcheria!!! ^^

    • Grazie mille Satanasso.

      Sì, in effetti fanno più piacere i messaggi e le telefonate degli amici, però Facebook è comodo, sei sempre su e fai gli auguri.

      Io agli amici, quelli reali, mando il messaggio o li chiamo, gli amici di Fb li saluto da là.

      Eh, sì, darei via anche tutti e due i reni per tornare piccolo a festeggiare il compleanno come una volta :D

  5. Siccome che gli auguri te li ho fatti prima che tu dicessi che non li volevi, non li ritiro e te li rinnovo! Per quanto riguarda il regalo aspetta che torni in italia e passi da Milano e vengo a DARTELO!!!
    Sarà leggen

  6. dario!!! :D

    Io i miei compleanni li ho semrpe festeggiati volentieri perchè, essendo una persona socievole avevo molti amici, ma avendo dei genitori complicati, andavo a scuola dall’altra parte della città, per cui da piccolo andare a giocare dagli amici è sempre stato un problema e per loro la stessa cosa… questo fino al liceo, ma a quel punto qualcosa si è rotto! Da dopo il liceo festeggiare il compleanno è sempre stato meno divertente ed ora parto sempre con le migliori intenzioni e le migliori idee e poi mi smonto e di solito un paio di giorni prima della data quasi odio quel giorno e vorrei fosse già passato. Troppe noie, troppe complicazioni, troppe rotture di scatole! Voglio tornar bambino quando tutto quello che mi preoccupava era se Kenshiro ce l’avrebbe fatta a sconfiggere Raul e se i cavalieri dello zodiaco alla fine avrebbero salvato quella autolesionista di Lady Isabel!!!
    Come vedi sei in buon compagnia!

    P.S. Certo, mi sarei aspettato un discorso più così: “Conosco la metà di voi soltanto a metà; e nutro, per meno della metà di voi, metà dell’affetto che meritate.” Ma forse dovremo aspettare i tuoi 111 anni!!! Buon compleanno mio blogger maschio preferito! ;)

    • Grazie Anadol, nah, quel discorso sarebbe stato troppo leggero per il periodo :D

      Io organizzo sempre grandi cose, dall’anno scorso partita al laser game e steak house (sì, non c’ho proprio voglia di crescere), poi ci rimango male quando paccano perché: eh, ma è tardi, sai la bambina a quell’ora già dorme…
      Mi fanno sentire vecchio :(

      • Noooo… dai, laser game e Steak House ci vengo io apposta da Firenze quando torno in italia!!! ^^
        Nemmeno io ho voglia di crescere ed anche io comincio ad essere circondato da gente che ti pacca per bimbi piccoli o perchè “ad una certa età non sta più bene fare una cosa simile!”…

  7. Bellissima riflessione Chreddy. Per quanto tu non capisca un cazzo di Cinema :D :D :D .. sei una persona speciale e questo trasuda dalla tua tastiera, quella che fa apparire misteriose grafie su di un monitor e raggiunge tutti noi. Mi spiace non possa farti un regalo, ma sappi che è tutto quello che c’è tra le righe del tuo “dire” che si celano messaggi speciali e molti regali che fai senza che sia un nostro compleanno ;) … e dare vale molto più che riceve .. (visto? .. hi hi hi .. così mi sono creato l’alibi perfetto! :D)

    Ti auguro ogni bene .. e che si realizzino i tuoi sogni nel cassetto, con tutto er core

    • Grazie mille DDD… ogni battuta ha un fondo di verità, quindi non capisco un cazzo di cinema davvero :D

      Grazie, ti giuro che non lo faccio apposta a “dare” quando scrivo… giuro, sono molto più semplice di come vi immaginate voi :D

      Eh, come dicevo a Cris, se si realizzassero davvero tutti i miei sogni, ci estingueremmo tutti :P

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.