Insidious 2

Il week end non è cominciato per niente bene, sabato mattina accendo il PC, perché dovevo pubblicare un post, ma… niente, hard disk morto e computer in assistenza, sperando di non aver perso tutto.

Questo avvenimento mi ha fatto capire quanto è effimera la nostra vita e quanto siano poco affidabili le tecnologie a cui ci affidiamo ad occhi chiusi tutti i giorni, consegnando loro tutti i nostri ricordi e i nostri lavori.
Tutto questo al netto delle bestemmie che ho pronunciato sabato mattina.
Quindi scusate se non ho risposto ai commenti, ma ho recuperato un computer solo ieri sera per ricominciare a scrivere e con calma rispondo a tutti.

Poi il pomeriggio sono andato con il mio amico a vedere Insidious 2 – Oltre I Confini Del Male che mi ha fatto capire come è facile sprecare delle belle idee in due film assolutamente effimeri e soprattutto quanto sia abusato oggi il termine horror.

Insidious 2 è il film perfetto per chi ha adorato il primo Insidious. È un film da non vedere per chi non ha visto il primo ed è, infine, un film che farà rivalutare parzialmente il primo a chi l’ha odiato o a chi, come me, l’ha trovato un filmetto come un altro.

Il regista dei due Insidious è il  che ho tanto apprezzato in The Conjuring e nel primo Saw – L’Enigmista.
Come dicevo in quell’occasione, Wan è uno che la lezione sull’horror l’ha imparata a memoria e, per quanto non sia un genio e non abbia inventato nulla, ha uno stile di regia molto personale, cosa non da poco nella pletora dei registi da pubblicità di oggi, talmente anonimi da sembrare essere fatti con lo stampino.
Invece il buon James lo si riconosce subito appena inquadra un corridoio, una porta, o un dialogo, anche se la sua specialità è mettere tensione. Quella nei suoi film non manca mai.

James Wan

Vedo persone, faccio cose, cigolo porte, scricchiolo pavimenti, giro film…

Certo poi la maggior parte delle volte la finalizza con uno spaventerello da BUH!, che un po’ ti fa cadere le palle perché te lo aspetti, però negli attimi prima sei tutto teso sulla poltrona aspettandoti chissà cosa.
Altre volte invece ti viene voglia di prenderlo a sberle forti perché costruisce alcuni dialoghi che non stanno né in cielo né in terra per quanto sono stupidi.

Piccolo esempio in questo film: seduta spiritica, il medium tira fuori dei dadi molto fashion con su le lettere e li tira in modo che gli spiriti compongano le risposte alle sue domande. Il primo tiro va a vuoto e lui dice agli altri seduti intorno al tavolo: “Vi avevo avvertito, questa non è una scienza esatta!“, ma và?! Cazzo ero convinto di stare vedendo una puntata di Quark!

Insidious 2 - Mamma

Perché illo ha fatto appelloso!

Queste sono le note positive di James Wan che, guarda caso, corrispondono anche con quelle negative.
In pratica Insidious 2 è il terzo film, dopo The Conjuring e Insidioous, in cui applica alla lettera le stesse identiche cose per creare tensione: porte che si aprono da sole cigolando, pavimenti in legno che scricchiolano, gente che parla nel walkie talkie per tenere d’orecchio d’occhio i bambini piccoli, primi piani nei corridoi e potrei andare avanti ad oltranza elencando le cose che ha imparato sugli horror e che non si vergogna di riproporre in tutti i suoi film.
Probabilmente in Fast & Furious 7 farà cigolare le portiere e scricchiolare le macchine… e magari ci schiaffa dentro un paio di fantasmi o farà possedere  dal Demone delle Corse.

Sì, ok, va bene James Wan, ma Insidious 2 com’è?” chiederete voi.

Insidious 2 - L'altra mamma

È così, vecchio e giovane allo stesso tempo

Insidious 2 è difficile da definire e, a questo punto, è difficile dire anche come sia il primo Insidious, visto che bisogna partire da quello.
A me il primo, come dicevo, aveva lasciato piuttosto indifferente: né bello né brutto, alcune cose erano carine, ma in sostanza niente di imprescindibile secondo me. Il prodotto tipico di Wan che non aggiunge niente al panorama cinematografico dell’horror, ma ricicla tutto quello fatto prima, ma alla fine era costato solo un milione e mezzo di dollari e quindi in parte era anche scusato.

Insidious 2 - Interrogatorio

Glielo giuro, agente, non ne faremo più di questi film!

Insidious 2 è costato 5 milioni, anche se non sembra, e parte esattamente dove finisce il primo film, con tutto che il primo era autoconclusivo, e va a spiegare tutti i temi aperti nel primo, giustificando in modo egregio ciò che non era necessario giustificare o spiegare.
In pratica i due film in realtà sono un unico film da 3 ore e passa.

Per farvi capire meglio userò un’equazione: Insidious 2 sta a Insidious come Ritorno Al Futuro 2 sta a Ritorno Al Futuro.

Insidious 2 - La sposa nera

Che cosa hai detto?! Non osare nominare Ritorno Al Futuro, maledetto!!!

Con la differenza che i Ritorno Al Futuro sono capolavori e gli Insidious no.
Però c’è da riconoscere a James Wan e il suo sceneggiatore  la volontà di elevarsi dalla massa dei sequel inutili dando un senso a tutto, come se avessero pensato: “Dobbiamo fare un sequel, già che ci siamo facciamo un bel sequel intelligente invece della solita merda svogliata che fanno tutti.

Insidious 2 - La Famiglia

siamo disperati dottore, ci scricchiolano e cigolano persino le mutande in questa casa

Porca miseria ci sono riusciti a farlo e sono riusciti anche a confondermi e a farmi un po’ incazzare.
Sono confuso, e l’avrete capito anche voi visto che un po’ ne parlo bene e un po’ ne parlo male, perché a me i due Insidious non sono piaciuti, però è innegabile che non sono i soliti horrorini da spaventerello, benché effettivamente lo siano.
Sono incazzato perché Wan e Whannell hanno avuto delle grandi idee e hanno dimostrato molta intelligenza nello sviluppare la serie, evolvendola in modo non banale. Sono riusciti buttare dentro anche citazioni non stupide e fini a se stesse di capolavori come Shining. Cose purtroppo sprecate in due film che non meritavano, dimostrando che si poteva fare davvero molto di più.

Insidious 2 - Demonbusters

Who you gonna call?! Demonbusters!

Tra l’altro riescono anche a chiudere la loro storia, lasciando però aperta la porta ad eventuali sequel con protagonisti la squadra dei due “demonologi” simpatici, in caso i produttori volessero sfruttare il marchio a oltranza anche senza Wan, che ovviamente è uno che fa incassare e quindi ora vuole fare cose più mainstream.

Insidious 2 - Shhhh

Non ditelo a nessuno, ma va avanti all’infinito…

Un po’ sono anche incazzato perché sono riusciti a farmi spendere più di mille parole per parlare di due film che ho visto così, tanto per.

 

 

Tutti i film di cui ho parlato:

Nerdcensioni

 

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"