Carrie Lo Sguardo Di Satana

Devo dire che questo nuovo Carrie – Lo Sguardo Di Satana lo aspettavo al varco.

Primo perché da quello che avevo letto non era il remake di Carrie – Lo Sguardo Di Satana del ’76 di , ma un adattamento ex-novo del libro di Stephen King e invece hanno mentito spudoratamente.

Secondo perché secondo me ci poteva venire un bel post da ridere perché ero sicuro avrebbero cannato tutto.

Tra l’altro Chiara mi ha detto di averlo visto e se potevo parlare dei due film.
Però per farlo devo fare un po’ di spoiler. Dico subito che i film sono praticamente identici e fare spoiler su un film di 40 anni fa mi sa che è lecito, che gli spoiler cadono in prescrizione dopo un mese.

Carrie – Lo Sguardo Di Satana di oggi non è assolutamente un nuovo adattamento del libro di King, come dicevo, ma è sostanzialmente lo stesso film di De Palma del 1976.

Ma così identico che lo sceneggiatore, , è lo stesso. Solo che stavolta è stato affiancato da Roberto Aguirre-Sacasa per svecchiare la storia e renderla appetibile per i ggiovani d’oggi, visto che Roberto è uno che li conosce e ha scritto un sacco di puntate di Glee.

Quindi Roberto per adempiere il suo compito ha pensato bene, da persona intelligente qual è, di mettere nel film gli smartphone, internet e rendere il film una specie di palinsesto di Real Time.

Si comincia con Non Sapevo Di Essere Incinta con la madre di Carrie, che è convinta di morire di mal di pancia e invece scodella una bambina sul letto.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Julianne Moore

No, davvero, non lo sapevo

Poi si passa a Ma Come Ti Vesti? con Carrie, la troppo-bella-per-la-parte , che se ne va in giro ingobbita e vestita come un giostraio dell’est per sembrare brutta.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Ma Come ti vesti

Enzo Miccio… che emozione!

La serata si conclude con Malattie Imbarazzanti… E Mortali in cui Carrie fa la carneficina con i suoi poteri.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Malatie Imbarazzanti

Oddio, mi è scappato di dare fuoco a tutto!

Ma il problema non è questo.
Il problema è che il personaggio di Carrie è del tutto sbagliato e la sua credibilità dura per 5 minuti. Giusto il tempo di passare dalla scena delle prime mestruazioni nella doccia, a quella a casa con la madre in cui Carrie smentisce anni e anni di indottrinamento cristiano in una frase sola e poi spiega alla madre che le mestruazioni sono cose normali che hanno tutte le ragazze.
No, davvero.

In Carrie del ’76 la protagonista era ignorante, non aveva avuto modo di affacciarsi al mondo, era un’emarginata e, soprattutto, era succube della madre, , e affrontava un’evoluzione all’interno del film prendendo coscienza di se, fino ad arrivare al tragico ballo.

In questo Carrie nel giro di 10 minuti è già emancipata e non c’è una crescita, ma solo l’affermazione di quello che è.
È sì emarginata dalle compagne, ma ha accesso a internet, di conseguenza alle informazioni, può leggere e informarsi e quindi non risulta credibile che non sappia cosa siano le mestruazioni.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Carrie Vs Carrie

Oddio, ho dimenticato i tamponi!

Il film, a differenza di quello di De Palma, è spiegato per filo e per segno, come se il pubblico fosse tutto composto da dementi che non riescono a fare un collegamento mentale.
Ogni due per tre, ad esempio, Carrie usa i suoi poteri perché si debba capire che cosa e preparare il finale che sennò la gente si spaventa e non capisce.
I dialoghi sono didascalici e ribadiscono in continuazione cose ovvie, chi è il buono e perché, chi è il cattivo e perché.
Volendo proprio essere pignoli, manca giusto una voce fuori campo che spieghi cosa si sta vedendo, poi sarebbe una puntata della Peppa Pig con carneficina finale.

La scelta dell’attrice, in un ruolo del genere, è fondamentale.
 aveva davvero un viso alieno ed era lontano dall’essere carina. Con l’andare del film cresceva e sbocciava e verso la fine, truccata e vestita per il ballo, poteva anche essere accettabile, ma no propriamente bella.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Sissy Spacek

La non bellezza

La Moretz, invece, è carina di natura.
Ha un viso particolare, certo, ma spettinarsi non significa essere dei cessi e non c’è il cambiamento tra la prima parte del film e il ballo.
Qui mi fermo perché è ancora minorenne.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Chloe Grace Moretz

La bruttezza

La regista , poi, ha questa fantastica idea di far muovere Carrie come un supereroe, visto che ha dei poteri. Quindi la Moretz passa il film a muovere mani e braccia, mettendosi in posa ogni volta che indica quello che sposta, lancia e uccide. E alla fine vola pure.
Sissy Spacek invece usava lo sguardo, ma nel ’76 la Marvel non faceva ancora film.

Insomma, Carrie – Lo Sguardo Di Satana di De Palma era un film, per l’epoca, di un certo impatto. Non è invecchiato bene, ma nemmeno così male da necessitare un remake.
Il Carrie – Lo Sguardo Di Satana odierno è lo stesso film, ma peggiorato. A questo punto forse conveniva tenere l’originale.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Carrie '76

Oddio, che avete fatto!

Oppure si poteva fare davvero un nuovo adattamento del racconto di King, visti gli spunti davvero ottimi che ha.
Il libro, uscito nel ’74, parla innanzitutto del rapporto con le ideologie, incarnate nel cristianesimo per comodità e semplicità.
Si può credere in qualsiasi cosa, nessuno ce lo vieta. Tutti abbiamo bisogno di credere, il problema sorge quando permettiamo a quello in cui crediamo di pensare al posto nostro.
D’altronde King lo scrisse nel ’72, solo un anno dopo la conclusione del processo a Charles Manson e alla sua Famiglia che scosse l’America.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Preghiamo

Pipperepette nusa! Pipperepette pà!

L’altro accento King lo pone sul bullismo, sull’emarginazione e sulla difficoltà di crescere in una società selettiva come quella delle scuole americane.
Carrie, nel libro, è rozza, grassa e brufolosa, fisicamente molto lontana dalla Spacek e soprattutto dalla Moretz.
Carrie è costantemente vittima di scherzi e trattata come una specie di animale dai compagni di scuola che, vedendola diversa, la odiano solo per il fatto che esiste.
Nei suoi confronti ogni scherzo, ogni cattiveria, ogni umiliazione è lecito perché Carrie non ha un cuore, non è una persona, è solo un sacco di allenamento a cui si può fare di tutto.

Poi c’è il tema della crescita, del passaggio dall’età infantile a quella adulta.
Carrie il menarca ce l’ha a 16 anni, segno che è “indietro” sia psicologicamente che fisicamente. La sua crescita è stata bloccata dalla madre che l’ha tenuta chiusa sotto una campana di inutili preghiere fini a se stesse e isolata dal mondo e dalla vita.
Carrie si trova a crescere di colpo e insieme al ciclo le si manifestano anche i poteri. D’un tratto è adulta e non sa chi è, cosa può fare e cosa deve fare, finché non esplode dopo l’ultimo terribile scherzo.

Carrie Lo Sguardo Di Satana - Pronta per il ballo

– Che fai, esci?
– No mamma, sto a casa

Infine King parla del ballo di fine anno che, per gli studenti americani, è un rito di passaggio. È quella cosa che capita solo una volta nella vita, il climax di un primo percorso scolastico e di crescita. Chi è inserito, chi ha il ragazzo o la ragazza ci va, chi non li ha sta a casa a guardare la televisione e si perde l’evento.
Carrie viene invitata al ballo da Tommy Ross, su insistenza di Sue Snell, e per lei è la prima vera occasione di essere normale e inserirsi in quel mondo che l’ha sempre schifata. Peccato che le facciano lo scherzo più terribile di tutti rovesciandole del sangue di maiale in testa.
Carrie a quel punto esplode, uccide tutti, distrugge mezza città con i suoi poteri, uccide sua madre che a sua volta, credendola posseduta, la pugnala a morte.

Carrie Lo Sguado Di Satana - Sissy Spacek 1976

E qui viene il bello…

Di cose su Carrie ce ne erano Tante.
Si poteva fare un film davvero attuale, il che non significa mettere i telefonini e internet. Si poteva anche dire qualcosa di più.

Certo, a esserne capaci e ad avere la volontà di farlo.

Carrie -Lo Sguardo Di Satana (2013)

Carrie -Lo Sguardo Di Satana (1976)

 

 

Tutti i film di cui ho parlato:

Nerdcensioni

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"