Il Primo Dei Bugiardi

L’altra sera mi è capitato tra le mani questo film: Il Primo Dei Bugiardi.

Come succede con quasi tutti i film di cui non ho mai sentito parlare, li guardo per curiosità e poi si rivelano migliori di quanto mi fossi aspettato all’inizio.
Però poi c’è un perché non li abbia mai sentiti, quel difetto che affossa il film e che non gli permette di essere distribuito al cinema, ma solo in dvd. Il che significa che nessuno li vedrà mai perché il noleggio non esiste praticamente più.

Questo film ha due difetti che lo affossano: il primo è che è intelligente e fa pensare; il secondo è che a un certo punto diventa inesorabilmente stupido.

Il Primo Dei Bugiardi è un film del 2009 scritto e diretto dal comico inglese Ricky Gervais in tandem con un anonimo regista e scrittore di serie Tv, Matthew Robinson.
Ricky Gervais si ritaglia anche il ruolo di protagonista del film, che c’è da limonare con Jennifer Gardner e chiamalo scemo.

Il film è una commedia incentrata in un mondo in cui non esistono le bugie.
La gente non è impossibilitata a mentire, proprio non esiste il concetto di bugia. Di conseguenza non esistono tutta una serie cose legate alle menzogne, tipo i film, le pubblicità e le religioni.

Secondo uno studio, noi mentiamo 3 volte ogni 10 minuti. Mentiamo praticamente per ogni cosa, mentiamo senza accorgercene nemmeno perché le bugie sono una delle cose innate nell’essere umano.
Prima ancora di cominciare a parlare mentiamo: il bambino che non ha niente e piange per farsi prendere in braccio dalla mamma, sta mentendo.

Veniamo pure allenati dai nostri genitori a dire bugie: “Dì alla zia che il regalo ti piace!

Provate a fare caso a tutte le bugie che avete detto ultimamente, tenendo in considerazione le omissioni, anche piccole, perché non avevate voglia di spiegare quello che è successo; l’arrotondamento della verità; le piccole bugie bianche dette per non dar dispiacere ad una latra persona. Io ne ho dette una marea e mezzo.

Ora provate a pensare se aveste sempre detto la verità in ogni occasione in cui avete invece mentito. Una tragedia, un bagno di sangue.

Il Primo Dei Bugiardi - Cast

– Chi ha fatto la puzzetta? – Io…

Ecco, vivere in un mondo dove non esistono le menzogne, è come vivere all’inferno:

– Ti piace il vestito che ho preso?
– No.

– Come sto con i capelli così?
– Da schifo.

– Non ti ho chiamato perché non ne avevo voglia.

– Non voglio uscire con te perché non mi piaci.

– Mi hai tradito?
– Sì!

In compenso avremmo un pelo sullo stomaco e una capacità mandar giù le cose che farebbero invidia a Bear Grylls. In giro, però, non ci sarebbe gente permalosa, i processi durerebbero pochissimo e sarebbero tutti rei confessi e, in genere, perderemmo molto meno tempo a inventare palle su palle per giustificazioni e per scusarci, con anche molto meno stress conseguente.
Ci sentiremmo più liberi in generale, non ci sarebbe il problema della fiducia, non ci sarebbe il sospetto, sapremmo per chi votare, o almeno sapremmo le vere intenzioni dei politici e probabilmente non esisterebbero le religioni.

Il Primo Dei Bugiardi - Sentirsi Liberi

Olè!

Il Primo Dei Bugiardi affronta tutti questi temi in maniera divertente e intelligente, con una bella sferzata di cinica ironia, come si conviene, peccato che a un certo punto sbraghi e diventi la solita commediola romantica senza coraggio.

La cosa peggiore è che lo diventa subito dopo aver dimostrato che aveva da dire qualcosa, come se tirasse i remi in barca prima di fare troppo danno. Insomma, il modo migliore per affossare un film che fino a quel momento mi stava cautamente entusiasmando per l’idea di base e le trovate.

Non basta la passerella di cameo a salvarlo, Jonah Hill, Philp Seymour Hoffman, Edward Norton, Tina Fey, Jason Bateman, Rob Lowe, Jeffrey Tambor e altri.

Peccato, perché poteva essere un bel film che avrebbe fatto rimpiangere il fatto che nessuno lo conoscesse, invece è giusto che sia passato inosservato direttamente nel cestone dei dvd di cui non frega niente a nessuno.

Da vedere se non avete altro da fare.

 

 

Tutti i film di cui ho parlato:

Nerdcensioni

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"