Hercules - Il Guerriero

Hercules, o Ercole, o Eracle, la figura mitologica metà uomo e metà dio, figlio di Zeus e di una normale contadinotta umana. Io, però, continuerò a chiamarlo Hercules per una questione di indicizzazione di Google.

Hercules, il mitico eroe greco – a cui hanno dedicato poesie e canzoni e che anche noi alle elementari celebravamo dicendo: “Ercole con il culo a nespole”, benché nessuno capisse cosa significava, ma ci faceva tanto ridere – è tornato al cinema con ben due film quest’anno, Hercules – La Leggenda Ha Inizio, che tutti si son guardati bene dall’andare a vederlo, e Hercules – Il Guerriero, che tutti sono andati a vedere.

Il cinema di tutto il mondo, italiano compreso, ha dedicato al mito di Hercules un sacco di film più o meno riusciti, più o meno epici, più o meno storici, più o meno ridicoli e più o meno bellissimi.

Hercules, l’uomo più forzuto del mondo, che ha affrontato le 12 fatiche per dimostrare di meritare di vivere che è entrato nella leggenda. Leggenda che nessuno conosce veramente, come le sue fatiche, senza andare a vedere su Wikipedia.

Ora Hercules è finito nella mani di Brett Ratner, metà regista e metà testa di cazzo, colui che è riuscito a dirigere film carini e film che vorresti menarlo forte fino a farlo stramazzare al suolo. E al solo pensare quello che avrebbe potuto fare Brett Ratner con un film del genere, già mi prudevano le mani.

Invece, con un colpo di coda, Ratner riesce a fare uno dei suoi film migliori, e probabilmente nemmeno lui sa come. Forse sarà stato l’intervento divino, o forse sarà stata una sceneggiatura abbastanza buona da non poter essere rovinata facilmente, tratta dal fumetto di Steve Moore, artista scomparso lo scorso marzo.

Hercules - Steve Moore

Il fumetto

Fumetto che però non ho letto, ma pare sia abbastanza buono, tanto che Alan Moore ha chiesto, come al solito, di boicottare il film per il trattamento riservato a Steve Moore. Che non so, anche in questo caso, quale sia stato, ma sembra brutto, tipo tortura cinese della goccia sulla fronte o l’ascolto forzato dei dischi di Gigi D’Alessio.

Tornando al film, la vicenda di Hercules è tutta giocata sul sottile filo della realtà che dà origine alla leggenda. Si parte da alcune delle 12 fatiche per arrivare ad un Hercules mercenario che combatte per il vile denaro e di come le due cose si alimentino a vicenda.

Hercules - Il Guerriero - Il Leone

In foto: la metafora che salta addosso allo spettatore

Hercules – Il Guerriero è la perfetta metafora dei giorni nostri, in cui non vale più la qualità intrinseca del prodotto, ma vale quanto e come questo prodotto viene pubblicizzato per essere venduto. Emblematica è la scena del merchandising di Hercules, quasi geniale nella sua semplicità.

Devo essere sincero, questo Hercules – Il Guerriero mi è piaciuto un sacco proprio per questo. È un film che prende il mito di Hercules in prestito per parlare dei falsi miti moderni, costruiti a tavolino e a cui tutti abbocchiamo. A chi mi riferisco? Pensate un nome. Ecco, è quello.

Hercules - Il Guerriero - Dwayne The Rock Johnson

Quello in muscoli e ossa

Tutto questo, il film, lo fa con una scioltezza e un divertimento davvero rari. Mantiene saldi i principi del peplum e della storia seria, per poi inondare il tutto con una ironia davvero riuscita perché non invadente, ma necessaria a giustificare e a rendere plausibili le scene d’azione e di combattimento che superano in slancio la sospensione dell’incredulità e riservano qualche divertente trovata.

Il merito, mi duole dirlo, è di Brett Ratner, di cui si può dire di tutto, ma non che gli manchi la fantasia o la voglia di divertire. Forse lo fa con quella tipica ingenuità di chi non ha molto da perdere e che già viene considerato un cialtrone, o forse lo fa proprio per dimostrare di non essere il gioppino che tutti dicono. Ma lo fa e ne siamo contenti.

Per quanto riguarda il cast, la parte del leone, in tutti i sensi, la fa Dwayne “The Rock” Johnson assolutamente perfetto nella parte grazie al suo physique du rôle, unica cosa richiesta da un personaggio come Hercules. La cosa comica è che la possanza fisica di The Rock è così eccessiva che la corazza, per la prima volta in un film di questo genere, ha i muscoli più piccoli dei suoi veri. In pratica è più imponente in mutande che non vestito per la guerra.

Hercules - Il Guerriero- Ian McShane

Mi ha riconosciuto! Mi ha riconosciuto!

Ma anche gli altri attori non son da meno, soprattutto il sempre divertente Ian McShane, un attore che si vede poco, ma che mi è sempre piaciuto, soprattutto in lingua originale, per il suo modo sarcastico di interpretare i personaggi e di dire le cose. Certo, non è versatile come tanti altri, ma quando appare sullo schermo, con quella faccia e quelle espressioni, è uno spasso.

Hercules - Il Guerriero - Ingrid Bolsø Berdal

Ingrid in tutta la su lunga beltade…

Impossibile, poi, non citare Ingrid Bolsø Berdal nella parte di Atalanta, la dea della squadra di Bergamo, nonché mia futura sposa, dalla quale avrò una masnada di bambini bellissimi, con la mia effervescente intelligenza, i suoi addominali scolpiti, i suoi occhi azzurri, i suoi capelli biondi, i suoi lineamenti perfetti e i suoi denti bianchissimi. Ingrid, non so tu dove sia, ma sappi che ti troverò e ti sposerò!

Hercules - Il Guerriero - Giammai

È un amore anche con la faccia ingrugnata…

Hercules – Il Guerriero è un film che non è un capolavoro, assolutamente, e che piace a tutti, anzi, chi cerca l’accuratezza storica, o mitologica che sia, rimarrà deluso, ma sarebbe idiota ricercare queste cose in un film americano che non ha alcuna velleità di essere storicamente accurato, infatti è scritto con quella grassa ignoranza tipicamente americana che sempre caratterizza queste produzioni.

Però non è nemmeno la merda fotonica che ho letto in alcune critiche e visto nelle videorecensioni davvero feroci su questo Hercules – Il Guerriero. Gente, pagata, che, secondo il mio modesto parere, è entrata in sala con già le idee chiare su quello che avrebbe scritto o detto. Sempre se ‘sti critici siano andati davvero a vederlo e non si siano messi lì a pontificare sulla trama letta su Wikipedia, usando le impressioni del trailer.

Hercules - Il Guerriero- I Mercenari

Andiamo a prendere ‘sti critici, và…

In ogni caso, se vi capita di vederlo, prestate attenzione all’inizio dei titoli di coda, che completano parte di quello visto nel film.

 

 

Tutti i film di cui ho parlato:

Nerdcensioni

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"