Terminator Genisys

Dopo la bella presentazione di MrChreddy, eccomi al mio primo post sul blog.

Spero di non fare brutta figura, anche perché MrC ha detto che forse il killer non è così caro.

Siccome il titolare del blog ha saltato un po’ di film, mi sono vestito da pescatore e, con le reti a strascico, sono andato a recuperare un po’ di film rimasti indietro.

Nella rete è rimasto impigliato Terminator Genisys, che già di per sé è un ripescaggio in extremis per rinverdire una serie che ha già mostrato il fianco con il terzoil quarto episodio e che necessitava di nuova linfa per rientrare nella moda del momento: il franchise!

Ne vogliamo parlare di questo film? Parliamone!

Andare al cinema con gli amici di sempre, quelli delle superiori, a vedere Terminator Genisys, che già il titolo è difficile da dire, è ormai diventata un’impresa biblica. Ma ho voluto farlo perché tutti noi siamo cresciuti, siamo ormai trentenni, con il buon vecchio Arnold Swartz Squart Zwazz Schwarzenegger e i suoi film. Ritrovarci assieme ancora una volta poteva essere una bella occasione, dico poteva perché le premesse del film non erano ottime e speravamo di non ritrovarci un altro Terminator 3.

Premetto che inizialmente, dopo la visione dei trailer e dei poster promozionali orribilmente digitalizzati, ero molto scettico e dubbioso. Ciò nonostante, vuoi per la storia diversa, i salti temporali, la nostalgia canaglia o la voglia di stare in compagnia, abbiamo preso coraggio e siamo andati al cinema con gli occhi speranzosi di vedere magari una nuova perla del nostro vecchio Arnold.

Terminator Genisys - Arnold Schwarzenegger

Zì, zono tornato!

Entriamo al cinema e troviamo la sala gremita di ragazzini e famiglie. Bene, ma non benissimo! Sì, la frase è ironica.

Il film inizia e fin da subito mi è chiara una cosa: gli attori sono proprio sbagliati a partire dal Kyle Reese con una testa particolarmente piccola rispetto al resto, interpretato da Jai Courtney, fino alla nuova Sarah Connor versione migon tutta quanta, visto che nel film c’è pure uno sketch sulla sua altezza, interpretata da Emilia Clarke che, oltre all’altezza, è pure troppo carina e delicata per essere una Sarah Connor credibile. Nessuno dei due riesce a prenderti e a farti affezionare al personaggio, come succedeva da subito nel primo Terminator di James Cameron.

Terminator Genisys - Cast

Il problema non è: “dove o quando siamo”, ma è “quanto cazzo manca alla fine del film!”

Per non parlare del T-1000 interpretato da uno semi sconosciuto Lee Byung-hun, sempre relegato nei ruoli del giapponese esperto di arti marziali, talmente “incisivo” nel film che quasi dimenticavo di citarlo.

L’unico che si salva è John ConnorJason Clarke che ormai va tantissimo e lo infilano in tutti i film, anche se Bale in Terminator Salvation era di tutt’altra caratura, forse il miglior leader della resistenza contro le macchine che si sia mai visto. Non è difficile: di John Connor leader ne sono apparsi due fino a ora.

Terminator Genisys - John Connor

Toh, guarda, un buco nella mano… dev’essere quello che non trovavano più nella sceneggiatura.

Tralasciando gli attori, posso dire che Terminator Genisys è sicuramente un film diverso e sta alla saga di Terminator come Ritorno Al Futuro – Parte II sta al primo Ritorno Al Futuro. Uno ce la mette tutta durante la visione per evitare di paragonarlo ai precedenti capitoli, visto che è palese che non raggiungerà mai quei livelli a partire dal piano affettivo, ma il film è una specie di remake e reboot della saga ed è impossibile non tornare con la mente a quei capitoli.

Subito salta agli occhi una cosa: Terminator Genisys non è altro che un tentativo di fare un nuovo primo capitolo di Terminator per cancellare quello fatto fino a ora e avviare un franchise famoso per andare sul sicuro proponendo nuovi seguiti su seguiti.

Per carità, è un tentativo più che lecito, anzi, con Star Trek di J.J. Abrams ha funzionato, ma Alan Taylor non è J.J. e si vede!

Inizialmente sono uscito dal cinema abbastanza felice di vedere in gran forma il buon vecchio Arnold e di essermi guastato un bel blockbuster con pop-corn e coca-cola ed effetti speciali per lo più decenti, soprattutto Schwarzy di nuovo giovane e pimpante nei panni del T-800.

Ma, ahimè, dormendoci sopra, non posso fare a meno di ripensare alla scarsissima performance degli attori, all’uso smodato e incontrollato del digitale, roba da far impallidire Sharknado, e soprattutto al fatto che il colpo di scena focale del film lo avessero già spoilerato nei trailer.

Ma la domanda vera sorge spontanea: c’era proprio bisogno di ripescare la saga di Terminator continuare la saga cancellando tutto e ricominciando da zero?

Terminator Genisys Vs Terminator

Deja Vu!

Forse avrei apprezzato il seguito di Terminator Salvation che, a mio modesto parare, è decisamente superiore a questo film sotto tanti punti di vista. In primis gli attori e i personaggi.

Tra l’altro, non ho ancora capito perché il font e i colori usati per il logo Genisys sono identici al logo Samsung. Che sia un messaggio subliminale per dirci chi è il vero male? Che sia una mossa di marketing da parte di Samsung totalmente sbagliata? E Google e Apple dovrebbero essere gelosi per essere stati spodestati dai coreani come emblema del male?

Da fan sfegatato della saga, però, non posso dire di non essere curioso di capire dove vogliono andare a parare, dato che di cambi temporali e di novità ce ne sono state parecchie. Ma da quel che ho letto gli incassi scarsi e le critiche negative ricevute dal film stanno facendo cambiare i piani alla produzione.

Per gli appassionati delle colonne sonore come me, non posso non citare il lavoro fatto da Hans Zimmer, che ha aggiunto alla ost un “pizzico” di Batman e qualche tocco di Superman migliorando l’esperienza allo spettatore.

Terminator Genisys - Emilia Clarke

… Nel frattempo, dentro il furgone della Barbie con in mano la pistola del Big Jim, la piccola Emilia Clarke gira una scena del nuovo Terminator…

La scenografia non e’ male, tralasciando che il 1984 è identico al 2015, ma si usano ancora i mangiacassette.

I T-800 ideati dal compianto Stan Winston sono ancora delle macchine incredibili e di una bellezza e potenza impressionante.

In sostanza, come forse avrete capito, sono molto in contrasto con me stesso e potrei consigliare questo film solamente a chi è cresciuto con il mito di Arnold. Per tutti gli altri, andate al cinema senza pretese e portatevi dei pop-corn.

 

 

Tutti i film di cui ho parlato:

Nerdcensioni

 

 

 

Skyline

Scritto da: Skyline

Ho inoltre il brutto vizio di dire ciò che penso e in questo bellissimo mondo non e' la cosa migliore, per cui state attenti.