Cosplay

Cartoomics 2013, la fiera del cosplay

26

Il 15, 16 e 17 marzo si è tenuto a Milano l’annuale appuntamento di Cartoomics, giunta alla XX edizione, che sarebbe la ventesima, non la ICS ICS…

Per vari impegni son potuto andare solo domenica pomeriggio, ma era solo per fare un giro, che la cosa che cerco ormai ho rinunciato a trovarla… in ogni caso, qualche anima pia passasse da queste parti, sto cercando il volume “Ultimates Deluxe 2 – Sicurezza Nazionale” che è ormai esaurito ovunque. Forse la Panini Comics doveva stampare un po’ più di 10 copie.

Altro mio obiettivo era prendere il numero 1 in anteprima di Long Wei scritto da Diego Cajelli. Purtroppo era esaurito pure quello, ma il buon Diego mi ha fatto omaggio del numero 0 autografato da lui… così ho smesso anche di piangere, che era uno spettacolo brutto. Più tardi mi sono rimesso a piangere perché non mi son fatto nemmeno una foto con lui…

Però si sa, a queste fiere la parte del leone la fanno i cosplay ed è anche la parte migliore, fare le foto, conoscere gente, farsi due risate.
Il nostro admin D@a di Facebook e io ne abbiamo fatte un sacco, le migliori sono qui di seguito… spero che qualcuno di quelli che finirà nel post passi a salutare, magari colmando la lacuna della mia ignoranza, visto che  di cosplay ne riconosco uno su 20, se sono giapponesi. E spero che nessuno di quelli ritratti si offenda per le eventuali battute, ovviamente si fa per ridere.

(altro…)

Momenti di Gloria Nerd

0

Quidditch

Abbiamo già avuto modo di parlare dei problemi di incompatibilità tra lo sport e il nerd e dei motivi genetici che rendono  quest’ultimo incompatibile con l’attività fisica in genere. Nelle forme più acute basta la vista di un pallone per provocare epistassi (fuoriuscita di sangue dal naso) e crisi asmatiche.

Quando è obbligato a cimentarsi in una qualsiasi disciplina sportiva, ad esempio  a scuola durante l’ora di ginnastica, un nerd spesso si fa riconoscere per il modo grottesco con cui si veste. L’immagine di Pokoto durante l’ora di educazione fisica, è rimasta indelebilmente stampata nella mia mente: è incollata tra i miei ricordi del liceo come un cappero una cicca sotto un banco.

È come averlo ancora davanti agli occhi, con la sua tutona di pile e flanella larga sul culo e stretta sulle caviglie, color tavernello: buona per fare i mestieri in casa o per farsi smutandare negli spogliatoi. L’unica cosa professionale nel suo look da palestra erano i calzettoni di spugna, che però portava anche durante le altre lezioni, ma per il resto era ridicolo dalla testa ai piedi…. sopratutto ai piedi: spesso sua mamma si dimenticava di mettergli le scarpe nella borsa e allora faceva ginnastica con i mocassini eleganti. Gli insegnanti erano incazzati neri perché rovinava il parquet del campo da basket con i tacchi di cuoio, però non lo sgridavano, per evitare che per l’agitazione cominciasse a perdere sangue dal naso. Comunque ci pensavano poi i compagni di classe a fargli la festa finita la lezione.

Non è difficile quindi dedurre i motivi che spingono poi molti alla pratica di attività esclusivamente sedentarie e indoor.

(altro…)

“Fumettopoli 2012”, non solo cosplay

2

Per la seconda volta in un anno a Novegro, ridente paesino alle porte di Segrate, che è un ridente paesino alle porte di Milano, si è tenuto “Fumettopoli 2012“, fiera mercato di fumetti, rendez-vous di cosplayer e quest’anno sede del “Videogames Party“.

Diciamo subito che al “Videogames Party” non sono andato, non essendoci giochi che mi interessavano. Ho fatto solo una capatina per vedere cosa c’era. C’erano i “Two Fingerz“, che la “Z” in fondo fa molto fico ammericano dei bassi fondi di Rozzangeles, che cantavano: “Mouse Music” con un branco di rincoglioniti ragazzini assiepati sotto al palco a idolatrarli… inutile dire che ho fatto il giro più veloce che ho potuto e sono uscito.

In realtà sono andato a vedere se trovavo il “Grendizer” della “Revoltech“, che mi era sfuggito l’altra volta e a fotografare qualche cosplayer, che male non fa.

(altro…)

Grazie Nerds!

4

Ieri abbiamo compiuto un mese di vita e, contemporaneamente, abbiamo superato i 1.000 contatti da quando abbiamo il counter delle visite: un risultato straordinario se si considera che questo blog non contiene post su gattini e ci sono pochissime tette e donne nude.

Grazie ai nerd e a tutti gli amanti degli argomenti scacciafiga!

E per ringraziarvi come si deve vi proponiamo una fantastica compilation di foto che rimediano parzialmente alle nostre mancanze, ma non abituatevi (se poi proprio volete potete ascoltare la “Cavalcata delle Valkirie” in sottofondo)

(altro…)

CartooMics 2012, io c’ero…

16

Da venerdì 16 a domenica 18 a Milano, alla Ex-Fiera, si è svolto il consueto appuntamento con l’orgiastico, nerdisticamente parlando, CartooMIcs 2012, e io ci sono andato.
Tra Cosplayer,  valangate di fumetti vecchi e nuovi, disegnatori, stand Panini e Bonelli, giochi da tavolo, videogames, Subbuteo, costosissime action figures, il chioschetto dei Ramen in scatola da cuocere con l’acqua calda e tante altre cose meravigliose che non ho visto, ecco il meglio e il peggio di quello che invece sono riuscito a vedere…

(altro…)

Cosplay: tutto quello che non ti aspetti

5

Una volta, quando ero piccolo, aspettavo con ansia il Carnevale per travestirmi dai miei eroi preferiti.
Ho indossato i panni dell’Uomo-Ragno, Zorro, persino dei GhostBusters (ero più grande e il costume ebbe un discreto successo, ma questa è un’altra storia), e persino di un cialtronissimo Cinese (obbligato da mia madre, e forse questa storia ve la racconterò).

Ma oggi il Carnevale, tralasciando le chiacchiere e i tortelli alla crema, non ha più molto senso di esistere, sradicato dal nuovo fenomeno del momento: Il Cosplay!
(altro…)

Torna all'inizio