GDR

Urban Heroes

Urban Heroes, il GDR tutto italiano sui Supereroi

10

Urban Heroes

Sulla pagina di Facebook del blog sono stato contattato da due ragazzi che hanno creato un GDR ispirato ai Supereroi, Urban Heroes, per parlarne.

Siccome è molto difficile parlare di un GDR senza provarlo e siccome per provarlo non basta leggere il manuale, ma bisogna giocarci con animici e per diverso tempo, mi sono fatto mandare del materiale per farmi un’idea del loro lavoro.
L’ho trovata davvero buona e molto promettente, quindi gli ho proposto un’intervista in modo che loro potessero spiegare e parlare, meglio di me, di Urban Heroes.

(altro…)

Zemanta Related Posts Thumbnail

Momenti di Gloria Nerd

0

Quidditch

Abbiamo già avuto modo di parlare dei problemi di incompatibilità tra lo sport e il nerd e dei motivi genetici che rendono  quest’ultimo incompatibile con l’attività fisica in genere. Nelle forme più acute basta la vista di un pallone per provocare epistassi (fuoriuscita di sangue dal naso) e crisi asmatiche.

Quando è obbligato a cimentarsi in una qualsiasi disciplina sportiva, ad esempio  a scuola durante l’ora di ginnastica, un nerd spesso si fa riconoscere per il modo grottesco con cui si veste. L’immagine di Pokoto durante l’ora di educazione fisica, è rimasta indelebilmente stampata nella mia mente: è incollata tra i miei ricordi del liceo come un cappero una cicca sotto un banco.

È come averlo ancora davanti agli occhi, con la sua tutona di pile e flanella larga sul culo e stretta sulle caviglie, color tavernello: buona per fare i mestieri in casa o per farsi smutandare negli spogliatoi. L’unica cosa professionale nel suo look da palestra erano i calzettoni di spugna, che però portava anche durante le altre lezioni, ma per il resto era ridicolo dalla testa ai piedi…. sopratutto ai piedi: spesso sua mamma si dimenticava di mettergli le scarpe nella borsa e allora faceva ginnastica con i mocassini eleganti. Gli insegnanti erano incazzati neri perché rovinava il parquet del campo da basket con i tacchi di cuoio, però non lo sgridavano, per evitare che per l’agitazione cominciasse a perdere sangue dal naso. Comunque ci pensavano poi i compagni di classe a fargli la festa finita la lezione.

Non è difficile quindi dedurre i motivi che spingono poi molti alla pratica di attività esclusivamente sedentarie e indoor.

(altro…)

"E' terribile, i ladri hanno seviziato e sodomizzato mia moglie e mia figlia"

100 ore di Skyrim prima di andare a dormire…

8

Proprio l’altra sera (notte) sono arrivato a circa cento ore di giocato a Skyrim. Lo so che alcuni di voi ci saranno arrivati dopo 4-5 giorni dal lancio, ma purtroppo gli impegni nella real life non mi permettono una dissociazione completa dal mondo tangibile, come alcuni di voi sfigatifortunati ha la possibilità di fare.
So anche che ad alcuni di voi non fregherà niente. In questo caso consiglio di tornare qui e inserire la parola esatta prima di cliccare su “cerca”, stando attenti agli errori di digitazione. (altro…)

Zemanta Related Posts Thumbnail

L’amore al tempo del GDR

4

Che i GDR siano un gioco per veri uomini è un dato di fatto. Solo i maschi possono lanciarsi in testosteroniche battaglie immaginarie armati di spadone a 2 mani, o lanciare Palle di Fuoco a chiunque si muova senza preoccuparsi delle conseguenze. Solo gli uomini hanno visto Conan il Barbaro più e più volte e sanno bene cosa significhi essere un Cimmero solitario, silenzioso, con sete di vendetta e per amica solo la mano destra una spada. In più gli uomini hanno quel pragmatismo necessario ad analizzare una situazione immaginaria di pericolo e trovare la soluzione migliore, nonché l’incantesimo più adatto. E, infine, solo gli uomini riescono a trasformare i 2,5 cm della casella in una distanza di 1 metro e mezzo… questa ultima battuta è sottile, non è per tutti, sorry…

Quindi i GDR sono un’affare solo per veri uomini, come dicevo all’inizio. Ma cosa succede quando una donna entra nel gruppo e vuole giocare anche lei a D’n’D ad esempio?
(altro…)

Torna all'inizio