Settimana scorsa abbiamo cominciato a vedere i 10 migliori sequel del cinema, stilata sulla nostra pagina Facebook dall’admin temporaneo Sheldon, facendo l’album “Two is megl che One“.

Abbiamo visto le posizioni dalla 10 alla 6, benché io non fossi d’accordo con una, mentre oggi, finalmente, vedremo le posizioni dalla 5 alla 1.

Chi sarà sul podio? Sarò d’accordo con tutti i film che ha selezionato Sheldon?

NUMERO 5: 007 GOLDFINGER

Notevole e tra i migliori della serie.
I titoli di testa e la title-track, per una pellicola più riuscita nella prima parte ambientata in Svizzera che nel finale megalomane.
È il precursore delle future americanate.
So bene che è il terzo della serie, ma il cambio di regia dopo i primi due gli da un che di distinto.

NUMERO 4: TERMINATOR 2 – IL GIORNO DEL GIUDIZIO

Il budget utilizzato per tutta la pellicola era, per il periodo, di proporzioni immense. Non solo per motivi di cast, ma anche per gli effetti speciali, il trucco, i costumi.
Il T-1000 è stato veramente qualcosa di mai visto, di indistruttibile e diciamo la verità, elegante da vedere. Il metallo liquido che prende forma e sembianze differenti, muta con tale facilità che anche a distanza di venti anni l’effetto non dà fastidio.
Pensiamo solo che che Michael Bay in Transformers 2, tanto per citare uno degli ultimi di una lunga serie, ha cercato di “rubare” l’idea della metamorfosi… Cameron fa scuola, nel 1991!!!!

NUMERO 3: STAR WARS – L’IMPERO COLPISCE ANCORA

Credo che qui ci sia poco da dire… è assodato che questo capitolo sia tra i più belli di tutta la saga, se non il più bello!
Ovviamente parliamo della saga originale, che la nuova… vabeh!

NUMERO 2: IL CAVALIERE OSCURO

Anche qui, come per Superman, a dettare legge è l’interpretazione MAGISTRALE del Villain.
Certo la regia di Nolan, la fotografia, le luci, sceneggiatura e costumi sono da sturbo… ma quel quid in più, quel brivido lungo la schiena, la regala lui, il non serio…IL JOKER! Epico!

NUMERO 1: IL PADRINO – PARTE II

La trilogia più conosciuta del cinema, quella che per certi versi ha radicato la fama degli italiani nel mondo per qualcosa che, volente o nolente, non erano pizza e spaghetti.
Checché se ne dica, l’influenza che questa trilogia ha avuto sul cinema è mastodontica.
Il secondo capitolo è ai limiti della perfezione registica e narrativa. Coppola da il meglio di sé, soprattutto nella parte della vecchia New York di inizi 900.
Due storie, raccontate quasi in parallelo, per due personaggi che hanno fatto epoca, grazie anche all’interpretazione di 2 mostri sacri del cinema di allora, Al Pacino e, l’ormai decaduto, Robert De Niro.
Piccola nota, vedere i 3 “Pradrino” in dvd o blu-ray con il commento di Coppola equivale a farsi 9 ore di lezione di cinema, un’esperienza consigliata a tutti gli appassionati.

Con il “Padrino – Parte II” si conclude la nostra classifica sui migliori sequel.

Siete d’accordo? Dissentite? Voi chi avreste messo al posto nostro?

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"