Organizzare la sala cinema

Finalmente il nostro viaggio nella costruzione di una sala cinema come si deve in casa nostra, è arrivato alla disposizione fisica degli elementi che abbiamo comprato.

Sono sicuro che dopo i post precedenti siete subito corsi a spendere i vostri soldi per comprare tutto il necessario a godervi un film come foste al cinema e ora avete la casa piena di scatoloni, trepidanti di sapere dove, come, quando e perché piazzare la roba in modo intelligente.

Questo post vi viene in aiuto spiegandovi come disporre tutto quel ben di Dio.

Partiamo dal presupposto che viviamo tutti in un appartamento e che non abbiamo a disposizione stanze da dedicare al cinema, ma che vogliamo fare tutto nel salotto.

La cosa più semplice da cominciare a posizionare è il Televisore: si mette davanti al divano.

Recenti studi hanno stabilito che mettendolo dietro, sopra, sotto e di lato non si vede un cazzo, quindi la disposizione migliore per una Tv è sempre quella frontale, possibilmente con il pannello rivolto verso chi guarda e non verso il muro.

Posizionare la Tv

Come posizionare ben 2 Tv

Detta così sembra una roba semplice, ma spesso mi viene chiesto: ma è meglio appoggiare la Tv sul mobile, o imbulonarla al muro?

Benché di primo acchito venga da ripondere: “Ma fa un po’ come ti pare!“, la domanda è meno scema di quello che si pensi perché bisogna tenere conto di una serie di cose e variabili non controllabili.

Prima variabile incontrollabile: la moglie/fidanzata/ragazza/convivente. In genere noi maschietti siamo esseri economici, definizione politicamente corretta di “molto pigro”, quindi, una volta comprata la mobilia e sistemata in casa, non ci verrebbe mai l’idea o la voglia di cambiare arredamento e se anche ci venisse la scacceremmo subito con una bella birra gelata e un film, o un gioco.
La folle idea di cambiare il mobilio e/o riorganizzare quello già esistente, spostandolo secondo le regole del Feng Shui o altre logiche incomprensibili, viene alle nostre compagne. Quindi teniamo in considerazione che se appendiamo la Tv al muro poi potrebbe essere un problema se fossimo costretti a girare l’arredamento.

Seconda variabile incontrollabile: i figli. Abbiamo bambini in casa? Di che età?
I bambini piccoli hanno questa voglia trascinante di giocare, tirare le cose, aggrapparsi agli appigli, arrampicarsi e una Tv bella grande, nuova, luccicante, potrebbe essere una di quelle cose che prendono di mira come bersaglio per i loro proiettili, tenete conto che i bambini raramente lanciano cose leggere e morbide, oppure come appiglio per mettersi in piedi sul mobile, oppure, peggio ancora, come tela intonsa su cui esprimere la loro creatività pittorica usando i pennarelli e gli acrilici che qualcuno ha appena regalato loro.
Quindi lasciare la Tv su un mobile potrebbe portare a drammi famigliari, che poi finiscono su Studio Aperto, e anni di galera in celle in cui è impossibile farsi la sala cinema.
Non vi dico di tirare del filo spinato elettrificato intorno alla Tv, però pensare bene a quando la mettete sul mobile.

Terza variabile, questa volta controllabile: i cavi. Se appendete la Tv al muro poi i cavi penzolano sotto di essa. I più furbi, i decisi, gli uomini che non devono chiedere mai, pensano prima a questa cosa e fanno fare una canalina interna al muro che porti i cavi fino alla Tv in modo che da fuori non passi niente.
Vendono anche delle canaline, che poi sono dei copricavi, esterne da mettere al muro per proteggere i cavi e dar loro un aspetto più ordinato. A me personalmente non piacciono molto, perché hanno un design futuristico che, in genere, non c’entra niente con qualsiasi tipo di arredamento uno decida di fare, a meno che uno non si sposti sul genere Plancia dell’Enterprise oppure Minimal Tubolare tipo fabbrica in disuso.

Quarta variabile, anche questa controllabile: altezza. Da che posizione vedete la Tv? In genere divani e mobili su cui appoggiare la Tv hanno altezze compatibili tra di loro, quindi optando per questa scelta non ci sarebbero grossi problemi.
Appendere la Tv al muro, invece, può portare a metterla ad altezze che spingono a tenere posture per il collo che, dopo 2 ore di film, magari possono risultare scomode. Se decidete di appendere la Tv al muro calcolate bene a che altezza avrete la testa e regolatevi di conseguenza.

Quinta variabile, anche questa controllabile: gli attacchi delle connessioni alla Tv. Quando prendete una Tv e avete intenzione di appenderla, controllate dove sono stati posizionati i vari attacchi per i cavi.
Se, per esempio, siete degli inguaribili nostalgici e avete ancora il videoregistratore che dovete assolutamente attaccare con la SCART alla Tv, assicuratevi che l’entrata SCART della Tv sia in una posizione che non dia fastidio, tipo rivolta verso il basso, e che una volta attaccata la SCART non sporga troppo, altrimenti voleranno bestemmie per appenderla.
Tenete anche conto che se volete aggiungere o togliere un dispositivo dalla Tv, è una cosa un po’ macchinosa farlo se questa è appesa al muro.

Posizionare le casse

Così potrebbero soffocare, ma si sentono bene, quasi come avere le cuffie

Ora, avendo deciso come e dove mettere la Tv, vediamo di sistemare i satelliti dell’impianto audio, ossia le casse.

Per prima cosa decidiamo l’altezza. Deve essere, più o meno, all’altezza di dove poi staranno le nostre orecchie, quindi non troppo più alto e non troppo più basso di dove poi andremo a mettere la testa.

Il resto è piuttosto semplice: il centrale per il parlato, va posto sotto la Tv, al centro.

I due frontali ai lati della Tv.

I surround in genere vanno messo ai lati del punto di ascolto, del divano in genere.
In caso non poteste sistemare i surround ai lati del divano perché avete altri mobili, potete metterli dietro, distanziati tra di loro (uno a destra e uno a sinistra) e rivolti verso il punto d’ascolto.

Il surround posteriore, in caso aveste un impianto 7.1, dietro al punto di ascolto. Questo può essere composto da una o due casse aggiuntive. Se fosse una sola dovrebbe esser emessa dietro al centro, opposta al canale centrale. In caso fossero due, dovrebbero essere messe una a destra e una a sinistra, distanziate tra di loro.

Io ho un sintoampli 7.1, ma non ho i surround posteriori come casse e il sintoampli convoglia quel canale nei surround. Non potendo metterli ai lati del divano, in realtà posso eccome, ma sono pigro e non ho voglia di spostare tutto, li ho messi dietro e l’effetto non viene affatto rovinato.

Il Sub Woofer dovrebbe essere messo a destra o a sinistra della Tv, per terra.

Schema impianto audio

Pratico schema per posizionare i vari satelliti, con anche le angolazioni giuste, in caso aveste in casa un goniometro

Piccole accortezze per la sistemazione del Sub Woofer. Girarlo leggermente su se stesso, verso destra o sinistra, a seconda della posizione, indirizzandolo verso lo spigolo di un mobile, io uso quello del puff, ma anche lo spigolo del divano va bene, in modo da spezzare il suono e sentirlo bene.
Il Sub Woofer convoglia le basse frequenze e, in genere, butta fuori un sacco di aria insieme al suono. Se lo mettete frontale contro una superficie piatta, rischiate che i suoni rimbalzino e tornino indietro bloccando quelli che escono, con la conseguenza di non sentire niente. IN questo caso la tendenza è di alzare il volume del Sub e non sentite niente lo stesso, mentre ai vicini di sotto si scrosta l’intonaco del soffitto ad ogni esplosione, quindi giratelo leggermente e fate in modo che sia rivolto verso qualcosa che rompa il suono.
Altra cosa, al fine di evitare che quelli di sotto vengano in casa vostra e tentino di uccidevi a martellate, cercate di isolare il Sub dal pavimento rialzandolo, in modo che le onde sonore non si propaghino nella struttura, ma nell’ambiente.
Per fare questo vendono dei coni apposta per tenere sollevato il Sub. Si trovano in qualsiasi negozio che vende materiale audio di questo tipo e costano un sacco di soldi. Ne servono 3 da posizionare sotto il Sub a triangolo: 2 dietro e uno al centro davanti, oppure 2 davanti e uno al centro dietro.
Io, per non spendere un sacco di soldi, mi sono procurato dei gommini conici, quelli che si appiccicano alla base del muro ed evitano che le porte sbattano contro quando si aprono. Mi trovo bene, hanno una camera d’aria interna, sono indeformabili e, soprattutto, li ho pagati una stronzata, tipo 2 euro per 10 gommini.

Gommini per il Sub

Questi sono i gommini che ho usato io e la loro disposizione sotto il Sub

Ora, immagino, vi starete chiedendo: “Sì, Chreddy, ma tu che fai tanto il figo, che sala cinema hai?

Ve la faccio vedere.

Visuale frontale

Questa è la Tv, con la selva di telecomandi, le casse frontali, il centrale, sotto la Tv, la play e, in basso, il sintoampli.

La Tv è un Sony KDL 46-W905A, 3D. Avrei voluto prendere il 55″, ma la differenza di prezzo era esagerata, 800 euro e spicci, per meno di 10″ in più non ne valeva la pena.

Uso ancora la PS3 come lettore Br, ma andrebbe cambiata perché il suo tempo l’ha fatto.

Il sintoamplificatore è un Pioneer VSX-923-K.

Le casse sono delle vecchie Yamaha che avevo preso insieme al primo impianto. Suonano ancora bene, benché mi renda conto che dovrei cambiarle, ma il costo delle casse buone è proibitivo.

La lampada del Fantasmino di Pac-Man la uso per quando vedo la Tv al buio, ha un sacco di colori, tra cui un azzurrino tenue che non disturba e aiuta a non diventare ciechi.

Visuale posteriore

Parte posteriore con i due surround che dovrebbero essere ai lati del divano, ma che io ho messo dietro e che funzionano bene lo stesso.
Per i curiosi, nella parte sinistra, le prime due librerie, ci sono i DvD e i Br, nella parte destra qualche libro…

Con questo credo di aver concluso quanto avevo da dire, se avete domande, dubbi, perplessità, o altri argomenti volete approfondire, chiedete pure nei commenti.

 

 

Post precedenti:

Farsi la sala cinema – Scegliere la Tv – Puntata 1

Farsi la sala cinema – La Tv e i cavi video – Puntata 2

Farsi la sala cinema – Le basi dei componenti Audio – Puntata 3

Farsi la sala cinema – Come scegliere l’impianto Audio – Puntata 4

Tutti i post Tecnici:

L’Angolo del Tennico

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"