La notizia dell’acquisizione della Lucasfilm da parte della Disney, ieri sera, ha fatto il giro del mondo in pochissimi secondi.

Le reazioni del nerdoverso sono state unanimi: insurrezioni di massa, macchine bruciate, suicidi collettivi, pianti isterici.

Ma cosa comporta tutto questo (l’acquisizione, non la rivolta dei nerd e i suicidi di massa)?

Che la Disney ormai è una superpotenza dell’universo dell’entertainment, sotto il suo marchio ha già nomi come Pixar e Marvel, scusate se è poco.

Così, l’acquisizione, è stata fatta per una cifra irrisoria come 4,05 miliardi di dollari (metà in contanti, un po’ in azioni della compagnia, un po’ in Punti Fragola dell’Esselunga), che finiscono tutti in saccoccia all’ex proprietario Gerge Lucas, noto senzatetto e morto di fame che finalmente potrà permettersi di comprare una camicia nuova, che ne ha una sola a scacchi che indossa dal ’72.
Nel pacchetto sono compresi Lucasfilm ltd., LucasArts, Industrial Light & Magic, Skywalker Sound, una bicicletta con cambio Shimano, un set di pentole 18/10 con fondo alto un centimetro, un microonde per farci esplodere il gatto dentro, un lettore DvD della Miserable con telecomando e tutti i diritti di Star Wars e del suo universo.

“Che dici, ci sparo a quello?”
“Sìssì, casomai fra 15 anni cambio e faccio vedere che ti spara li per primo e diciamo che son gli spettatori che non hanno capito un cazzo.”

Comunque Lucas aveva già detto, tempo fa, che intendeva ritirarsi dalla Lucasfilm lasciando la presidenza a Kathleen Kennedy, per dedicarsi al cinema indipendente e riscoprire le piccole produzioni che lo avevano introdotto nel cinema quand’era giovane. Insomma un sacco di film low budget pieni di alieni, dischi volanti e altre amenità tanto care al buon Lucas.
A questa notizia tutti i veri fan di Star Wars avevano tirato un sospiro di sollievo credendo che la loro saga preferita fosse finalmente al sicuro e non più manipolata dalle mani cicciottelle di George.

Purtroppo però, contestualmente alla notizia dell’acquisizione, la Disney ha dichiarato che “Star Wars 7” uscirà nel 2015. No, dico, “Star Wars 7“. Quindi la saga continuerà a oltranza, fino allo sfinimento del più accanito fan. Perché mica si limiteranno a fare uscire solo il 7, poi ci sarà l’8, il 9, il 10 e potrei continuare all’infinito… ovviamente.

Sia la Disney che Lucas hanno rilasciato delle dichiarazioni su Youtube:

Quello con la faccia poco raccomandabile che parla all’inizio è Bob Iger, il capo della Disney.

Quello con la faccia da Ewok e la camicia a scacchi è George Lucas, l’altra con i capelli neri è Kathleen Kennedy, la bionda non lo so.

Per chi non capisse l’inglese faccio un breve riassunto: Lucas dice che ha sempre voluto ritirarsi e finalmente può farlo e costruirsi un Deposito come quello di Paperon de’ Paperoni. Che molti dicono che la saga di Star Wars avrebbe dovuto farla la Disney e che ora andrà avanti, così come ci sono centinaia di fumetti, libri e puttanate varie. Lucas sostiene che non voleva più fare Star Wars, ma che poteva farli benissimo la Kennedy, o il salumiere sotto casa, uno dei due. Nella sua testa, per quanto sproporzionatamente piccola rispetto alla pappagorgia, ha già la storia per Star Wars 7, 8 e 9 e che rimarrà come supervisore creativo, una specie di Yoda personale per Kathleen, e che loro tengono molto ai personaggi, all’universo di Star Wars e che li tratteranno bene come hanno fatto fino ad ora. Ergo li sputtanano completamente, pace e amen tutti a casa a piangere.

In tutto questa tempesta di merda situazione, per fortuna Indiana Jones non verrà toccato in quanto c’è di mezzo la Paramount, quindi possiamo stare tranquilli, forse, tenerci i primi 3 film e continuare a far finta che il quarto film non esiste, invece che doverne ignorare altri.

In ogni caso prepariamoci ad essere invasi da ogni tipo di gadget su Star Wars che riusciranno a inventarsi le agili menti Disneyane, come se fino ad ora ce ne fossero pochi. La cosa interessante è che potrebbe spuntare fuori da qualche parte un parco a tema di Star Wars. Ovviamente non sarà in Italia, ovviamente io potrò solo sognare di andarci, ovviamente dovranno perire tutti tra atroci sofferenze se lo faranno davvero.

Voi, invece, cosa ne pensate di tutto questo avvenimento?

Contenti?

Scontenti?

Sì, che figata/No, macchemmerda Star Wars 7?

Non so.

Scusi, qual era la domanda?

It’s a trap!

 

 

Post correlati:

Disney e Lucasfilm, parliamone a mente fredda

Star Wars VII s’ha da fare, che ci piaccia o no

La LucasArts, le avventure grafiche e mille bei ricordi

The Disney Effect

 

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"