Captain America - The Winter Soldier

Pare che tutti ci tengano a sapere cosa ne penso del nuovo Captain America: The Winter Soldier visto che mi arrivano continuamente richieste di parlarne.

Beh, ragazzi, non l’ho visto, non mi interessa, oggi si parla della Fotosintesi Clorofilliana dell’Orchidea dell’Amazzonia.

No, sto scherzando, non andatevene, l’ho visto e mi ha pure stupito, non aspettandomi niente, e mi ha pure un po’ contrariato, non aspettandomi niente.

Tra l’altro, ho raccolto pure la richiesta di fare un riassuntone apocalittico sull’Universo Marvel Cinematografico, quindi sto studiando. Che all’atto pratico significa che mi sto rivedendo tutti i film, belli (2 o 3) e brutti (tutti gli altri), con accanto il quadernino degli appunti per segnarmi i vari collegamenti, gli easter egg legati ai fumetti e fare una specie di mini enciclopedia in continuo aggiornamento con i futuri film.

Poi non dite che non vi voglio bene.

Ma ora è il turno di Captain America: The Winter Soldier, ovviamene senza spoiler.

Capitan America, come lo abbiamo sempre chiamato a questa latitudine prima che uscissero i film, è, secondo me, un personaggio molto poco cinematografico.

Nato nel 1940 come fumetto di propaganda durante la Seconda Guerra Mondiale, quando ancora la Marvel si chiamava Timely, era stato accantonato nel ’53 perché di Cap, come lo chiamiamo noi ce siamo più in confidenza, e dei supereroi non fregava più niente a nessuno.

Nel 1964 Stan Lee lo tirò fuori dalla nafatlina dal ghiaccio per inserirlo direttamente nei Vendicatori, ebbe la sua seconda chance che lo ha portato fino ai giorni nostri, con tutta una serie di sostituti temporanei, una morte, e i vari scazzi con Iron Man e il Governo Americano.

Capitan America

Ma perché dico che cinematograficamente Cap potrebbe non rendere? Perché è un personaggio un po’ particolare. Ha una forza sovrumana e tutto quello che volete, ma il vero potere di Cap è la personalità e il fatto di essere l’incarnazione di tutti gli ideali democratici, e un po’bacchettoni, dell’America, non per niente è vestito con la bandiera americana dalla notte dei tempi.
L’azione c’è, e anche tanta, ma passa in secondo piano rispetto alla statura morale e simbolica di Capitan America.

Nei fumetti funziona, anche perché è in giro da più o meno 70 anni, ma al cinema si rischia di fare un pastrocchio che non sa di niente.

Captain America: The First Avenger

Ragazzi, ce la giochiamo a birra e salsicce?

La dimostrazione è il primo Captain America: The First Avenger. Il film ha una prima parte molto bella: la trasformazione, le motivazioni di Steve Rogers e lo sfruttamento come immagine propagandistica. Poi si sgonfia fino alla noia mortale proprio quando Capitan America entra in azione e comincia a combattere, complice anche il fatto che il Teschio Rosso, al di là del meraviglioso trucco, sia stato ritratto come il solito nemico folle e sui generis, che non focalizzava su di sé abbastanza odio da parte dello spettatore.

Captain America - The Winter Soldier - Chris Evans

Carisma e personalità, venite a me!

Il secondo motivo della non riuscita del primo film è stato proprio il protagonista: Steve Rogers con la faccia di .
Per carità, Cris è un bel ragazzotto biondo e muscoloso, ma non ha dimostrato quella personalità e quel carisma tipico di Cap. Quella roba che, se sei a terra sanguinante e agonizzante, sperando di morire subito perché sei stato preso da una sventagliata di mitra sulle ginocchia, arriva Capitan America che grida: “Caricaaaaa!!!“, tu ti alzi lo stesso e carichi, che a morire dissanguato e alle tue rotule ci pensi dopo, quando il Capitano urla: “Riposoooo!!!

, in The Avengers, ci ha provato a ridare luce alla figura di Cap, ma era un film troppo corale per potersi concentrare solo su di lui e, tra battutine e scontri testosteronici con Tony Stark, non ci è riuscito fino in fondo. Poi, vabbé, è già riuscito a dimostrare che si può fare un film decente su Hulk, non è che si possono chiedere tutti a lui i miracoli.

Captain America - The Winter Soldier - Le Botte

Ecco come si eliminano i dubbi: a mazzate forti

Arriviamo, finalmente, a Captain America: The Winter Soldier, film che doveva riabilitare definitivamente il personaggio.

Ci è riuscito? Per fortuna sì.

I fratelli  riescono nell’impresa con tutta una serie di accorgimenti doverosi, a cominciare dall’ingaggio, per scrivere la storia, di Ed Brubaker, l’autore delle migliori storie moderne di Capitan America nei fumetti.

Captain America - The Winter Soldier - Anthony e Joe

Senti, ciccio, o fai come diciamo noi, o ti metto le mani sulla faccia, forte!

Secondo fanno un film che sembra più un action thriller à la Bourne che un film di supereroi.
Terzoo non lasciano Cap pirlare in giro da solo, ma gli piazzano intorno tutta una serie di personaggi secondari, che tanto secondari non sono: Vedova Nera tutta chiappe e tutina aderente.

Captain America - The Winter Soldier - Vedova Nera

Ecco, ferma così che al pubblico piace quest’espressione

Falcon la spalla di colore che, per fortuna, non spara cazzate a raffica fino a diventare insopportabile.

Captain America - The Winter Soldier - Falcon

Prossimo giro, però, voglio una tutina decente

Nick Fury che fa il suo solito personaggio cazzuto e tagliente.

Captain America - The Winter Soldier - Nick Fury

Uff, gli avevo detto di far la pipì prima di partire!

Paradossalmente il Soldato d’Inverno, è quello che si vede di meno ed è forse la pecca maggiore del film.

Captain America - The Winter Soldier - Il Soldato d'Inverno

Visioni di un possibile futuro

Perché il film ha una prima parte davvero incalzante, divertente e coinveolgente, con Cap che combatte a suon di Capoeira e scudo rimbalzante in bocca a tutti, e una seconda parte un po’ moscia in cui partono spiegoni ad ogni dialogo.
Ma il problema vero è che i colpi di scena in realtà non sono tali in quanto: a) si capiscono già dai trailer e b) nessuno ci crede a quello che succede, a meno di non capire proprio niente di questi film.
Il ritornello è sempre lo stesso: questi film li deve capire chiunque e quindi, per sicurezza, ti devono spiegare per filo e per segno qualsiasi cosa, senz lasciare nemmeno una virgola alle facoltà intellettive dello spettatore. Ne esce fuori un film che si può vedere anche con il cervello lasciato a casa.

Captain America - The Winter Soldier - Vedere Doppio

Adam Kadmon a MIstero poi spiegherà tutto

Però, mannaggia la puttana pupazza, significa rovinare un film che poteva essere molto meglio, come mezz’ora di dialoghi in meno. Alla fine Cap è Cap, combatte, fa i discorsoni e, soprattutto, uccide. Sì, tra lui, Nick Fury, la Vedova Nera e Falcon ammazzano un sacco di gente, tutti cattivoni che non meritavano di stare al mondo e che non contengono nemmeno una goccia di sangue, però lo fa: ammazza e senza pensarci de volte.

Fa solo strano che, a parte il Soldato d’Inverno, all’inizio si becca il Boss di Fine Livello che, senza avere particolari poteri, tiene testa a darsi le pizze in faccia con Cap. Tanto che, essendo il Boss un algerino, per un attimo ho sperato che Cap, indicandosi la A sull’elmo, gli urlasse in faccia: “Credi che questa lettera significhi Francia?“. Però capisco che abbiano voluto evitare un boicottaggio del film e un’insurrezione nella terra dei formaggi molli, quindi, purtroppo, la battuta ce la possiamo leggere solo nei fumetti.

Capitan America vs Francia

Francia, stacce!

Come dicevo all’inizio, il fil mi è piaciuto, mi ha un po’ ammosciato la seconda parte, ma poi sul finalone, quando smettono di chiacchierare e arrivano alle manate pesanti, si riprende e tutto sommato è il miglior film Marvel dai tempi di Avengers, se non altro quello che piacerà di più a quelli che non hanno apprezzato il cambio di registro di Iron Man 3.
Per fortuna Anthony e Joe Russo sono già stati confermati per Captain America 3.

Il 3D, visto che ancora una volta non ho resistito alla tentazione di farmi fregare, è totalmente inutile e assente, se non per un paio di scene e rende molto di più sui titoli di coda, fate voi.

Visto che vi lamentate sempre che non lo dico, ci sono 2 scene dopo il film, una poco dopo l’inizio dei titoli di coda che fa da ponte per Avengers: Age Of Ultron e mostra in anteprima un paio di personaggi nuovi; l’altra alla fine dei titoli di coda che… scherzo, fermatevi a vederla, 10 minuti di gente che ha fatto il film, per 0 secondi di scena.

Captain America - The Winter Soldier - Mazzate

Riesce a fermare una martellata di Thor, ma fatica su un pugno…

A questo proposito proporrei un minuto di silenzio per tutte le vittime dell’UCI e del The Space che queste scene se le devono vedere con le luci accese, visto che le accendono sull’ultimo fotogramma.
Ragazzi, in fondo, anche se avete pagato quasi 9 euro per vedervi il film, siete comunque ospiti, dopo un po’ date fastidio e dovete sbaraccare, sciò!, andale!, sbaraccare che la sala serve.

 

 

Tutti i film di cui ho parlato:

Nerdcensioni

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"