Da qui ai prossimi anni ci sarà un’ondata di cinefumetti incredibile.

Ci sarà Iron Man 3Kick-Ass 2, WolverineThor: The Dark WorldCaptain America: The Winter Soldier, The Man Of SteelAnt Man, Doctor Strange, Amazing Spider-Man 2, The Avengers 2 e molti altri… forse di quelli già annunciati me ne sono pure dimenticato qualcuno.

Ma c’è tutta una serie di cinefumetti annunciati che non vedranno mai la luce, probabilmente.

The Goon

Questo è forse, di quelli che elencherò, che ha più possibilità di arrivare davvero al cinema.
Tratto da un meraviglioso fumetto di Eric Powell, The Goon è un opera squisitamente non-sense in cui Goon e il suo amico Franky difendono la loro città da ondate di zombie, uomini pesce, uomini lucertola messicani e tutta una serie di altri mostri assurdi e scienziati pazzi.
Il fumetto potrebbe essere catalogato come un’avventura comica, in stile anni ’40, bastardissima, politicamente scorretta e totalmente fuori di testa.
Il film, che poi sarebbe un cartone in CGI, lo vorrebbe fare nientepopodimenoché David Fincher con i Blur Studios. Sono sulla buona strada, perché su Kickstarter sono riusciti a raccogliere i 400 mila dollari necessari a produrre uno story reel da sottoporre come progetto ai vari studios.
Però tra il dire e il fare c’è di mezzo e il, come diceva Elio, quindi potrebbe risolversi tutto in un bel niente. Io però ci terrei molto a vederlo, il fumetto lo adoro, e un film con Goon e Franky sarebbe grandioso.
Intanto c’è un bel trailer che gira da un paio d’anni, così, per dire quante probabilità ha ancora di arrivare al cinema.

Green Arrow: Supermax

Scritto da David Goyer, lo sceneggiatore di un sacco di film a sfondo supereroistico tratti da fumetti e non, tipo Jumper, il film doveva girare intorno a Freccia Verde catturato e incarcerato a Supermax, un carcere di massimo livello stile Alcatraz. Per fuggire e riabilitarsi si sarebbe dovuto alleare con tutta una serie di villain di fascia bassa della DC.
Un plot un po’ povero per un film cinematografico, soprattutto se il protagonista è uno dei personaggi minori della DC. Freccia Verde è conosciuto, ma non quanto BatmanSuperman o Wonder Woman, se fai un film in cui non narri le origini del personaggio, la gente impazzisce e quando torna a casa picchia i bambini.
In ogni caso il progetto è naufragato, sia perché Green Lantern è stato un flop, sia perché alla tele stanno dando Arrow, telefilm il cui protagonista è una rivisitazione moderna di Freccia Verde. Per il pubblico generalista, quello che porta i soldi al cinema, avere due versioni di uno stesso personaggio, una in Tv e una al cinema, è una cosa fuori di testa e diserta o l’una o l’altra produzione.

Wonder Woman

Del film di Wonder Woman si parla da almeno 10 anni.
Sono stati fatti un centinaio di nomi per la protagonista, mancavano solo la Sora Lella e Pina, la moglie di Fantozzi, poi avremmo avuto l’ein plein di candidature.
La DC\Warner ci credono così tanto in questo progetto che hanno poi deciso di riportarla in televisione facendola impersonare ad Adrianne Paliki.
Vedendo il risultato…

Questo

… hanno deciso che era meglio di no e l’hanno chiuso dopo ben 1 puntata.
Niente Wonder Woman al cinema, per ora, magari la vedremo fra 10 anni.

X-Men Origin: Magneto

Annunciato insieme a X-Men Origin: Wolverine, ma secondo in ordine di realizzazione, il film sulle origini di Magneto si è miseramente spento contro il parziale flop di Wolverine.
Avrebbe dovuto raccontare la storia di Magneto dalla gioventù, nei campi di concentramento nazisti, fino all’incontro con Charles Xavier, una specia de Il Pianista con i superpoteri.
Ma perché se il film su Wolverine è stato un fiasco hanno cancellato Magneto, mentre il sequel di Wolverine lo fanno? Semplice: Wolverine è un personaggio che tira più di un carro di buoi, Magneto non interessa a nessuno, quindi se la 20th Century Fox gioca bene le sue carte, e le sta giocando bene facendo salire un bell’hype tra gli appassionati e non, il sequel di Wolverine rischia di incassare bene. Un film su Magneto invece no, non c’è hype che tenga, il personaggio funziona bene come cattivo, non come stand alone.
In ogni caso parte della storia di Magneto si vede in X-Men – L’Inizio, io direi che può bastare.

Lobo

Lobo

Brutto, sporco, bastardo, violento, imprevedibile, alto 2 metri e mezzo e politicamente scorretto Lobo era uno dei miei personaggi preferiti, prima che lo ridicolizzassero in una serie regolare a lui dedicata.
Del film su Lobo si parla da tempo immemore, ma non va in porto, come tanti personaggi DC.
Il plot che avevano diffuso parlava di Lobo che arriva sulla terra per catturare 4 criminali intergalattici, lui è un alieno che fa il cacciatore di taglie, e si allea con un ragazzino/ragazzina che gli fa vedere quanto la terra sia un posto meraviglioso in cui vivere. Se vi sembra che stoni con la prima riga del paragrafo, beh, in effetti stona di brutto.
Per quanto mi dispiaccia non vederlo al cinema, sono contento che non realizzino la solita bimbominkiata per la famiglia snaturando uno dei personaggi più cazzuti del comicdom.
Il progetto è ancora in piedi, ogni tanto spunta una notizia, ma di concreto ancora niente, per fortuna.
Intanto se vi interessa, un bel corto dedicato a lui è stato fatto, mantenendo lo spirito del personaggio intatto, ne avevo parlato qui.

Venom

Del film su Venom se ne parla dai tempi di Spider-Man 3, addirittura è già stato scritto tempo fa da Rhett Reese e Paul Wernick, ma ancora non è stato realizzato niente.
La Sony non si decide, forse non ci crede, eppure aveva fatto pressioni per inserire Venom in Spider-Man 3 mentre stava venendo girato, decretando, automaticamente, l’insuccesso del film, vuoi perché a Sam Raimi non piace il personaggio, vuoi perché se cambi un film in corsa poi viene fuori una mezza cagata. Cagata che a me è piaciuta lo stesso.
Venom dovrebbe concentrarsi sulle vicende di Eddie Brock infettato dal simbionte, ma scollegate da Spider-Man. Fare un film su cattivo che non ha una nemesi buona è davvero difficile, rischiando di finire per fare la solita storia di redenzione, o del cattivo che in fondo ha un cuore d’oro, che è stata già battuta e ribattuta 1500 mila milioni di volte. Fare un film su cattivo che va in giro e macella la gente significa fare un horror. Bisogna tenere presente che deve essere un film per tutti, grandi e piccini, appassionati e non.
Sinceramente non riesco a pensare a niente di bello con queste limitazioni. O meglio, a niente che sarei disposto a pagare per vedere.

Deadpool

Il film su Deadpool è un po’ il sogno erotico di ogni appassionato. Sogno erotico che è diventato un incubo alla fine di Wolverine, in cui si vede un Deadpool che sembra il figlio scemo di Baraka di Mortal Kombat: bocca cucita, lui che è chiamato il mercenario chiacchierone, katane che gli escono dalle braccia, sguardo laser. Insomma una roba fatta apposta per deludere i fan, non vedo altro motivo per fare quella roba lì.
Il problema sul film di Deadpool è che la Fox vuole un film per tutti, prodotto dall’albero azzurro, invece Ryan Reynolds e i due sceneggiatori, ancora Rhett Reese e Paul Wernick, vogliono un film violento vietato ai minori, come è Deadpool, e fuori di testa, in cui il personaggio sa di essere in un film, come nei comics sa di essere solo un fumetto, e si incazza vedendo la sua versione di Wolverine. Insomma una roba che rispecchia in pieno il personaggio, ma che rischia che lo vadano a vedere solo i fans.
La Fox ovviamente non accetta di produrre un quasi sicuro flop e noi non andremo a vederlo al cinema.

Justice League

Dai, c’e davvero ancora qualcuno convinto che la Warner e la DC riusciranno a fare il film sulla Justice League?
Vediamo come sarà The Man Of Steel e, se sarà un successo, poi magari ne riparliamo, intanto questo rimane qui, nel limbo dei film sui supereroi che non vedremo mai.

 

 

Scritto da: MrChreddy

"Sono la prova scientifica che si può vivere una vita intera in completa assenza di cervello"